Carenze vitaminiche : 5 sintomi

Carenze vitaminiche : 5 sintomi

Il corpo è come una macchina perfetta, ci avverte sempre attraverso i diversi sintomi se qualcosa non va, anche per quanto riguarda le carenze vitaminiche. Ascoltiamo il nostro corpo e prendiamocene cura.

La carenze vitaminiche si manifestano con diversi sintomi, prima di entrare nel dettaglio vediamo quali sono le vitamine e a cosa servono.

Le vitamine

Le vitamine sono fondamentali nella nostra alimentazione e per il corretto funzionamento del nostro corpo. Sono considerate dei micro-nutrienti il cui fabbisogno varia in base a diversi fattori come:

 

Possono essere suddivise in due gruppi:

  • Idrosolubili – sono quelle del gruppo C e B – vengono espulse con le urine e devono essere assunte quotidianamente,
  • Liposolubili – sono quelle del gruppo A, D, E, K – sono immagazzinate dall’organismo e vengono smaltite in modo molto più lento rispetto alle idrosolubili.

 

Tipologie di vitamine

  • Vitamine del gruppo A assolvono diverse funzioni in particolare sono fondamentali per la vista, il sistema immunitario e per mantenere sana e perfetta la pelle. Sono contenute nelle uova, nel pesce, nei frutti di colore arancio e le verdure di colore verde intenso.
      
  • Vitamine del gruppo B le vitamine di questo gruppo sono 8 e assolvono diversi compiti come: la B1 rinforza l’organismo e evita la sensazione di stanchezza, B2 agisce contro le infiammazioni, B3 regola lo stomaco e l’intestino, B4 è utile per rinforzare le difese immunitarie, B5 migliora l’umore e combatte lo stress, B6 contrasta gli eczemi, B7 specifiche per il fegato e i reni infine B12 che agiscono contro l’anemia. Tutte le vitamine del gruppo B, esclusa la B12, si trovano in alimenti di tipo vegetale. Quelle del gruppo B12 si trovano unicamente negli alimenti di origine animale, questo porta a carenze nelle persone vegetariane o vegane.
      
  • Vitamine del gruppo C, conosciute anche con il nome acido ascorbico, sono vitamine che rafforzano le difese immunitarie, sono antiossidanti e mantengono in ottimo stato sia la pelle che le ossa. Sono contenute in tutti i frutti principalmente le arance. Una carenza di vitamina c porta allo scorbuto una malattia oggi scomparsa.
       
  • Vitamine del gruppo D favoriscono la fissazione del calcio nelle ossa. Grazie alla luce solare può essere sintetizzata dal corpo in modo naturale.

 

  • Vitamine del gruppo E sono vitamine antiossidanti contenute nei cereali, negli ortaggi, nella frutta e negli oli vegetali. Promuovono il perfetto funzionamento del sistema nervoso centrale.

 

  • Vitamine del gruppo K partecipa al processo di coagulazione del sangue. È assunta attraverso l’alimentazione di specifici cibi come la carne, i legumi e gli ortaggi a foglia verde.

 

Cosa succede se si ha carenze vitaminiche?

Con l’alimentazione squilibrata caratterizzata da porzioni molto limitate di cibo e cotture esagerate degli alimenti non è difficile incorrere a carenze vitaminiche.

Non assumere le vitamine non provoca malattie ma può causare squilibri nel nostro organismo e predisporre il nostro corpo alla comparsa delle malattie.

Le carenze vitaminiche, in particolare quelle con proprietà antiossidanti, possono esporre il corpo a infezioni, invecchiamento precoce e tumori.


5 Sintomi più comuni delle carenze vitaminiche

  1. Carenze di vitamina A – può provocare gravi problemi alla vista e al fegato. Tra i sintomi c'è scarsa capacità visiva la sera.
     
  2. Carenze vitaminiche del gruppo B – tra i sintomi abbiamo disturbi di tipo neurologico e quindi causare ansia e depressione. Se viene a mancare la vitamina B9, conosciuta anche con il nome di acido folico, ad avvertirne le conseguenze è il sangue, questa carenza porta all’anemia. Quando si è in dolce attesa le donne assumono acido folico per far sviluppare in modo corretto il sistema nervoso del bambino e per evitare che il feto nasca prematuro o con la spina bifida. Tra i sintomi di questa carenza vi è anche la comparsa di afte nella bocca, irritabilità, problemi cardiaci e gastrointestinali.
      
  3. Carenze di vitamina C – in passato provocava lo scorbuto. Oggi è molto raro avere carenze vitaminiche di acido ascorbico ma quando accade tra i sintomi si ha sanguinamento dal naso e dalle gengive, problemi digestivi e scarsa cicatrizzazione delle ferite.
        
  4. Carenze di vitamina D – causano problemi alle ossa e ai denti che diventano sempre più fragili. Se si ha insufficiente o carente produzione di vitamina D le fratture tardano molto a guarire.
     
  5. Carenze di vitamina E – tra i sintomi vi è l’anemia, diminuzione dei riflessi e della capacità di camminare.


Vediamo i 5 sintomi più inusuali delle carenze vitaminiche

  1. Tagli ai lati della bocca – è uno dei sintomi delle carenze vitaminiche del gruppo B. in particolare la riboflavina, la niacina associate ad una carenza di ferro e zinco. Questo tipo di sintomo è particolarmente frequente nelle persone vegetariane e vegane. Per facilitare l’assorbimento di ferro è bene assumere molta vitamina C.
      
  2. Caduta di capelli e rossori diffusi su tutto il viso – questi sintomi sono legati a carenze vitaminiche del gruppo B (in particolare la B7), A, E e K. Queste carenze vitaminiche sono associate anche ad una carenza di zinco. Le ferite rimarginano molto lentamente, la pelle è molto secca e vi è la manifestazione di ematomi ad ogni urto.
      
  3. Bolle rosse sul viso, sulle braccia e sulle gambe – sono sintomi delle carenze vitaminiche A e D. sono bolle molto simili all’acne e possono scomparire se nell’alimentazione viene incrementato il consumo di salmone, semi di lino e di chia, mandorle e noci.
      
  4. Crampi alle gambe e dolori diffusi sui piedi – sono sintomi di carenze vitaminiche e di Sali minerali. In particolare le vitamine del gruppo B. Bisogna che assumiate più magnesio, potassio e calcio insieme alle vitamine del gruppo B.
     
  5. Formicolio e addormentamento di braccia e gambe – anche questi sono sintomi di carenze vitaminiche, nello specifico quelle del gruppo B (B6, B9 e B12). Per alleviare questi sintomi bisogna assumere asparagi, spinaci, uova e vongole.
     

 

I sintomi delle carenze vitaminiche sono molteplici, basta prestare attenzione agli avvertimenti che ci dà il nostro corpo. In ogni caso è sempre preferibile una dieta varia ed equilibrata, l’assunzione di Sali minerali e integratori specifici in particolare se si pratica molto sport e se ci si avvicina alla stagione estiva.
L’eccessivo caldo unito alla sudorazione favoriscono la fuoriuscita di Sali minerali provocando spossamento e affaticamento.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy