Probiotici: preziosissimi per il benessere di mamme e bambini

Una ricerca ha evidenziato come i probiotici siano preziosissimi per i bambini e per le donne incinta

Probiotici: preziosissimi per il benessere di mamme e bambini

I probiotici, come noto, sono delle sostanze molto importanti per l'intestino e, in generale, per lo stato di salute della persona, tuttavia un'importante ricerca scientifica è riuscita a fare emergere nuove, interessanti peculiarità relative a questi elementi.

 

Ma andiamo per gradi: che cosa sono i probiotici?

 

I probiotici sono delle sostanze naturalmente presenti nell'intestino umano, le quali adempiono a numerose importanti funzioni, in primis la protezione dell'intestino dagli attacchi dei batteri nocivi.

 

Abitudini poco salutari quali ad esempio il vizio del fumo o dell'alcol, uno stile di vita frenetico o delle temporanee condizioni di stress particolarmente accentuate, possono tuttavia implicare una riduzione delle quantità di probiotici presenti nell'intestino, un fenomeno che merita assolutamente di essere scongiurato.

 

Per tale ragione, dunque, in molti casi può essere opportuno prevedere un'integrazione specifica di probiotici tramite il consumo di determinati prodotti o integratori alimentari.

 

I fermenti lattici probiotici sono sicuramente dei prodotti largamente diffusi in commercio, i quali consentono quindi alla persona di assicurarsi delle preziose quantità di probiotici, tuttavia non tutti, ovviamente, si caratterizzano per il medesimo livello qualitativo.

 

E' importante, ad esempio, che questi prodotti si caratterizzino per un elevato "valore biologico", dunque che le quantità di probiotici contenute riescano effettivamente ad essere assimilate dall'organismo, dunque a rivelarsi realmente utili per il benessere dell'intestino.

 

Ad ogni modo, è sicuramente fuori di dubbio il fatto che i probiotici abbiano una funzione molto preziosa, dunque che la loro presenza sia più che opportuna per mantenere l'intestino in buone condizioni; come anticipato, tuttavia, una ricerca recentemente condotta ha evidenziato altre importantissime peculiarità che caratterizzano questi elementi nutrizionali.

 

Lo studio in questione è stato condotto dal Canadian Centre for Human MIcrobioma and Probiotics, finanziato da Fondazione Bill e Melinda Gates e pubblicato sull'autorevole rivista mBio, e ciò che questa ricerca è riuscita a far emergere è effettivamente molto importante.

 

Fermo restando quanto detto in precedenza, dunque le importantissime funzioni che i probiotici svolgono nei confronti dell'intestino, è stato dimostrato che queste sostanze riescono a proteggere molto efficacemente le mamme ed i bebè dai pericolosi metalli pesanti.

 

Nello specifico, lo studio in questione si è fondato sulla somministrazione di un particolare batterio probiotico, il Lactobacillus Rhamnosus, a bambini e donne incinta in una zona particolarmente interessata dall'inquinamento di metalli pesanti, ovvero il Lago Vittoria, nella zona di Mwanza, in Tanzania.

 

A tutte le persone che hanno scelto di prendere parte all'esperimento è stato fornito un particolare yogurt ricco di questi probiotici, ed a breve distanza dal suo consumo si sono riscontrati importanti miglioramenti in tutti i soggetti.

 

Le analisi del sangue effettuate tra le persone che hanno preso parte alla ricerca hanno evidenziato delle quantità inferiori di metalli pesanti pericolosi, soprattutto arsenico e mercurio.

 

Il risultato, dunque, è davvero importante, ed ha evidenziato in modo inequivocabile l'importanza dei probiotici anche da questo punto di vista.

 

Sulla base di quanto emerso, dunque, si può certamente affermare che i probiotici non hanno esclusivamente una preziosissima azione protettiva nei confronti dell'intestino, ma sono anche un ottimo toccasana per mamme e bebè.

 

Il consumo di prodotti probiotici di qualità, dunque, è vivamente consigliato alle donne in gravidanza.

 

Riccardo G.

 

 





  • Chiara

    Che dire del kefir? Io l'ho sospeso in gravidanza per paura di contaminazioni, ma allattando forse qualche effetto benefico possiamo ottenerlo comunque .
    E nei bambini da che età è consigliato?


LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy