Cervicale infiammata sintomi e rimedi

Cervicale infiammata sintomi: come si manifesta di norma questo fastidio così diffuso?

Cervicale infiammata sintomi e rimedi

Per la cervicale infiammata quali sono i sintomi più comuni? L'infiammazione della cervicale, nota anche come cervicalgia e spesso definita, nel linguaggio comune, semplicemente come "cervicale", è una condizione che interessa un numero di persone davvero molto elevato.

 

La cervicale infiammata, infatti, può essere causata da una molteplicità di aspetti, dal momento che tutte le strutture che compongono il collo, quindi muscoli, vertebre e nervi, possono generare questo tipo di fastidio.

 

Nella grande maggioranza dei casi, la cervicagia è legata all'abitudine di mantenere delle posture scorrette, spesso per motivi professionali (una delle principali cause di cervicalgia, ad esempio, è dovuta ad una postura al computer non corretta), a sbalzi di temperatura o anche a condizioni psichiche particolari, come ad esempio dello stress notevole.

 

Vi sono, tuttavia, anche dei casi di cervicalgia più acuti, i quali sono dovuti ad aspetti diversi quali colpi di frusta, ernia cervicale, osteofiti, o anche attività sportive che, alla lunga, possono gravare sulla salute del collo in modo importante.

 

Il consulto di un medico, dunque, è fondamentale soprattutto nei casi più accentuati, affinchè si possa accertare quantomeno che il dolore cervicale sia dovuto a problematiche transitorie e non a fattori più seri e complessi.

 

Per la cervicale infiammata i sintomi possono essere diversi, e spaziano dal classico torcicollo e dai lievi dolori nella torsione della testa, fino a fastidi più importanti come vertigini, impossibilità a compiere determinati movimenti o forte mal di testa.

 

Di norma, nella cervicale infiammata i sintomi sono molto semplici da riconoscere, se non addirittura inequivocabili; per quanto riguarda i rimedi, invece, i suggerimenti possono essere molteplici.

 

Correggere la propria postura in qualsiasi frangente della giornata (quando si dorme, quando si è seduti, ed anche quando si è in piedi) è il primo passo per scongiurare l'aggravarsi di una cervicalgia, a tal riguardo può essere un'ottima idea quella di utilizzare degli appositi dispositivi che hanno come obiettivo, appunto, il mantenimento di una postura corretta e l'allungamento delle vertebre del collo.

 

A tal riguardo, ad esempio, sono molto consigliati i cuscini ortopedici, preziosi soprattutto per il mantenimento di una postura ideale durante il riposo notturno.

 

Massaggi specifici ed impacchi freddi possono essere un ottimo rimedio per l'infiammazione cervicale, a patto che siano eseguiti da professionisti e non siano improvvisati da chi non ha conoscenze specifiche.

 

Esercizi specifici di mobilità articolare, anche in questo caso rigorosamente suggeriti da una persona competente, sono sicuramente un toccasana per contrastare i fastidi cervicali, al contrario invece è sconsigliabile seguire dei periodi di eccessivo riposo, oppure applicare del ghiaccio sulla zona interessata, come se si trattasse di una contusione.

 

Nei casi più accentuati, può capitare che il medico somministri la paziente degli antidolorifici o dei medicinali specifici.

 

Insomma, questi sono i più diffusi suggerimenti per riconoscere al meglio nella cervicale infiammata i sintomi e per fronteggiare in modo ottimale questa così diffusa problematica; spetta al medico, ovviamente, valutare con attenzione ogni singolo caso per suggerire dei trattamenti specifici.

 

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy