Artrite reumatoide alle mani

In cosa consiste l'artrite reumatoide alle mani? Perchè è temuta?

Artrite reumatoide alle mani

L’artrite reumatoide alle mani è sicuramente la forma più consueta con cui si manifesta l’artrite reumatoide, una malattia infiammatoria che riguarda soprattutto la popolazione di età compresa tra i 40 ed i 60 anni, senza tuttavia dimenticare l’artrite reumatoide giovanile, la quale riguarda soggetti in età adolescenziale.

Le mani sono, in effetti, la parte del corpo maggiormente esposta agli indesiderati effetti che l’artrite reumatoide può comportare, e sono soprattutto le dita a poter risentire in modo evidente di questa spiacevole condizione che, nella grande maggioranza dei casi, si rivela assai complessa da contrastare.

Se si parla di artrite reumatoide alle mani, dunque, è interessante approfondire le caratteristiche dell’artrite reumatoide nel suo complesso, a partire dai suoi sintomi fino ai possibili trattamenti terapeutici.

 

Che cos’è l’artrite reumatoide

L’artrite reumatoide, come si accennava, è una malattia infiammatoria di tipo cronico, con ogni probabilità di tipo autoimmune.

Circa le possibili cause dell’artrite reumatoide, infatti, non si ha un quadro particolarmente nitido: sicuramente vizi poco salutari, come ad esempio quello del fumo, possono incrementare la possibilità di essere interessati da tale problema di salute, tuttavia la ragione centrale per cui l’artrite reumatoide viene a manifestarsi è da individuarsi soprattutto in ragioni di carattere ereditario.

Ad oggi, l’incidenza dell’artrite reumatoide spazia dall’1% al 2% della popolazione, interessando in modo più che doppio la popolazione femminile rispetto a quella maschile.

Sul piano pratico, l’insorgere dell’artrite reumatoide può comportare l’insorgere di rigidità articolari riguardanti le mani, appunto, i polsi, i gomiti, le dita delle mani e dei piedi; non vi è certamente dubbio sul fatto che l’artrite reumatoide alle mani sia tra le forme maggiormente consuete.

Nei casi più gravi, l’artrite reumatoide può comportare l’insorgere di vere e proprie deformità, sulle mani o su altri punti del corpo, ed implica inevitabilmente anche un disagio di natura estetica.

 

sintomi dell’artrite reumatoide

Riconoscere per tempo i sintomi dell’artrite reumatoide è certamente importante, affinchè la persona possa allertarsi e sottoporsi con la dovuta celerità ad una visita medica.

Per quanto tale affermazione risulterà scontata, è sempre utile ricordare che solo e soltanto il medico può effettuare la diagnosi, confermando o meno il fatto che eventuali sintomi siano legati all’insorgere di questa patologia; effettuare delle auto-diagnosi è un qualcosa di profondamente sbagliato e pericoloso, sia per quanto riguarda l’artrite reumatoide alle mani che patologie di tutt’altro tipo.

Come precedentemente accennato, ad ogni modo, i principali sintomi dell’artrite reumatoide corrispondono a delle rigidità articolari più o meno accentuate, le quali possono compromettere la normale capacità motoria della persona; nella grande maggioranza dei casi, come detto, tali manifestazioni riguardano le mani, ma non sono affatto da trascurare altre articolazioni ed altre parti del corpo.

Nei casi più gravi, peraltro, l’artrite reumatoide non si limita ad interessare le articolazioni, ma può riguardare anche degli altri tessuti, o perfino degli organi interni.

Sintomi altrettanto consueti dell’artrite reumatoide sono inoltre dei gonfiori localizzati, delle sensazioni di fastidio qualora si tocchi la zona interessata da artrite, rigidità articolare particolarmente accentuata soprattutto al mattino.

L’insorgere dell’artrite reumatoide, inoltre, può comportare degli stati febbrili leggeri ma insistenti, e in alcuni casi, soprattutto per quanto riguarda l’artrite reumatoide giovanile, si possono verificare dei disturbi visivi.

 

Terapie per l’artrite reumatoide

Le terapie per l’artrite reumatoide, che si tratti di artrite reumatoide alle mani o manifestatasi in modalità differenti, possono presentare caratteristiche molto differenti; questa patologia, d’altronde, può manifestarsi in modalità alquanto variegate, quindi non desta stupore il fatto che le terapie possano essere assai diverse tra loro.

C’è da sottolineare, purtroppo, che l’artrite reumatoide è una patologia assai complessa da contrastare, e nella grande maggioranza dei casi questo problema di salute permane, e si riesce così a contrastarlo esclusivamente in modo parziale.

Ben diverso è il discorso relativo all’artrite reumatoide giovanile: se l’artrite reumatoide si manifesta in adolescenza, infatti, vi sono ottime possibilità che la malattia regredisca in modo totale, a condizione ovviamente che si adottino tutti gli accorgimenti necessari per poterla contrastare.

Come si può fare, quindi, per porre rimedio all’artrite reumatoide?

Il medico, dopo aver effettuato un’attenta analisi del proprio paziente, può scegliere di fronteggiare la malattia in modalità differenti; nella grande maggioranza dei casi vengono prescritti degli appositi medicinali antireumatici, nelle manifestazioni più gravi, invece, può rivelarsi utile la chirurgia.

 

L’artrite reumatoide delle mani

L’artrite reumatoide alle mani, oltre ad essere una delle forme più consuete di artrite reumatoide, è sicuramente una manifestazione assai temuta di questa malattia.

Se le mani e le dita sono interessate da rigidità articolare, o ancor peggio da deformazioni dovute a tale malattia, l’autonomia della persona può essere limitata in modo importante: può accadere, ad esempio, che la persona interessata da artrite reumatoide non riesca a digitare, non riesca a guidare, oppure che abbia difficoltà a prendere in mano degli oggetti o a maneggiarli.

Aspetto secondario, ma non da trascurare, è inoltre quello puramente estetico: le mani sono infatti una parte del corpo molto esposta, di conseguenza la presenza dell’artrite reumatoide può rivelarsi assai spiacevole in tal senso, e può causare non poco disagio.

 

L’artrite reumatoide, dunque, è una patologia piuttosto fastidiosa, la quale può effettivamente peggiorare in modo importante la qualità della vita della persona, nel caso in cui venga a manifestarsi in maniera piuttosto acuta.

Come detto, purtroppo, le possibilità di debellare completamente il problema sono limitate, soprattutto per quanto riguarda l’artrite reumatoide nei soggetti in età adulta, tuttavia tramite delle terapie specifiche è certamente possibile contrastare la patologia in modo mirato, consentendo alla persona, quantomeno, di poter convivere con la malattia nel modo meno problematico possibile.

I più preziosi suggerimenti, dunque, sono quelli di riconoscere in modo adeguato i sintomi di questa malattia, quello di interpellare senza esitazioni un medico qualora si nutra un sospetto in tal senso, ed ovviamente anche quello di attenersi in modo attento a quanto il professionista prescrive, sia a livello di abitudini e stile di vita che di eventuali farmaci da utilizzare.

Sebbene l’artrite reumatoide alle mani sia effettivamente un duro ostacolo, nel tentativo di contrastarla nulla deve restare intentato, anche in considerazione del fatto che il pur lieve miglioramento può avere dei risvolti assai importanti per la qualità della vita della persona. 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy