Sintomi polmonite senza febbre

Quali sono i sintomi di una polmonite senza febbre?

Sintomi polmonite senza febbre

Quali sono i sintomi di una polmonite senza febbre? Questa patologia discretamente diffusa e, in alcuni casi, anche piuttosto pericolosa, si manifesta spesso in maniera subdola, di conseguenza è importante fare il punto su questo aspetto.

 

La polmonite è una patologia dei polmoni, dunque dell'intero sistema respiratorio, dovuta ad un'infiammazione degli alveoli; gli alveoli in questione si riempinono di liquido e non riescono dunque ad adempiere in modo corretto alla loro funzione.

 

Si distinguono sostanzialmente due diversi tipi di polmonite, ovvero la polmonite batterica e quella virale.

 

Nel primo caso, la malattia si manifesta appunto perchè alcuni batteri, principalmente attraverso le vie respiratorie, raggiungono i polmoni e l'apparato respiratorio, nel tentativo, di neutralizzarli, attiva l'intero sistema immunitario anche attravero la produzione di liquidi, i quali possono occludere gli alveoli e sviluppare una polmonite.

 

Nel secondo caso, invece, la polmonite si propaga per via puramente virale, dunque attraverso un contagio analogo a quello del più comune raffreddore. A seconda delle caratteristiche con cui la patologia viene a manifestarsi, infatti, può rivelarsi più o meno contagiosa.

 

Con queste premesse, dunque, perchè ha senso chiedersi quali sono i sintomi di una polmonite senza febbre?

 

Questa domanda si spiega con il fatto che, appunto, la febbre rientra sicuramente tra i sintomi più consueti della polmonite, dunque i sintomi di una polmonite senza febbre sono sicuramente meno evidenti.

 

In linea generale, i sintomi di una polmonite sono inizialmente i medesimi della classica influenza o di un malanno di stagione, dunque ad esempio brividi, sensazioni di freddo, tosse e respirazione faticosa.

 

La polmonite è di norma curata attraverso specifici medicinali, come gli antibiotici; nei casi meno insidiosi è possibile contrastare la malattia in modo ottimale nel giro di pochi giorni, mentre nelle polmoniti più gravi possono rendersi indispensabili altre cure parallele, come ad esempio terapie respiratorie di supporto oppure la somministrazione di antidolorifici.

 

Sulla base delle caratteristiche della patologia, inoltre, il medico valuterà lo stile di vita che dovrà condurre la persona nel corso della malattia, ed anche come dovrà comportarsi durante la convalescenza.

 

La polmonite è una patologia che merita di essere curata con la massima accortezza, ed allo stesso modo è importantissimo evitare delle ricadute.

 

Soprattutto per quanto riguarda i bambini, sicuramente più vulnerabili, è importantissimo intervenire per tempo ed in maniera mirata affidandosi ad un medico.

 

Per tutte queste ragioni, eventuali sintomi di una polmonite senza febbre devono essere riconosciuti in modo adeguato, affinchè la persona possa subito sottoporsi ad una visita specialistica senza sottovalutare tali manifestazioni.

 

Riccardo G. 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy