Mialgia sintomi

Quali sono nella mialgia i sintomi più consueti? Quali le principali cause?

Mialgia sintomi

Quali sono per la mialgia i sintomi più diffusi? Prima di rispondere a questa domanda, cerchiamo di capire cos'è esattamente la mialgia, ed a cosa può esser dovuta.

 

La mialgia è un dolore muscolare localizzato, più o meno intenso, il quale può essere dovuto ad una gamma molto vasta di cause.

 

Il fatto che il fastidio sia limitato ad un determinato muscolo è una caratteristica peculiare della mialgia: nel caso in cui il dolore riguardi iteri gruppi muscolari, se non tutto il corpo, è più probabile che le cause siano differenti rispetto alla mialgia: affaticamenti di natura atletica, ad esempio, oppure stati febbrili o malesserri di carattere generale.

 

La mialgia, come detto, può essere dovuta a moltissimi diversi aspetti: eccessivi sforzi atletici, mantenimento prolungato di una postura innaturale, stress psico-fisico, contusioni ed eventi traumatici, oppure ancora patologie di vario tipo, soprattutto di tipo virale, o anche manifestazioni tipiche da astinenza o eccessivo consumo di alcol, droghe o farmaci.

 

Nella grande maggioranza dei casi le cause della mialgia sono di natura atletica o posturale, ma le ragioni di diversa natura non sono rare, e sono sicuramente quelle per cui la mialgia deve essere considerata un campanello d'allarme assolutamente da non sottovalutare.

 

Ma la mialgia quali sintomi prevede?

 

Un muscolo interessato da mialgia, sia esso il muscolo di una gamba, di un braccio, o anche di altre zone del corpo, come ad esempio il dorso, inizia in maniera piuttosto repentina a causare del dolore, tanto da rendere difficili i movimenti nei casi più accentuati.

 

In genere, il fastidio aumenta quando il muscolo viene toccato, e spesso appare come visibilmente contratto.

 

Per la mialgia i sintomi riguardano quasi sempre esclusivamente il muscolo, ma non sono rare, soprattutto in occasione di eventi traumatici, delle lesioni più o meno importanti che coinvolgono anche degli altri tessuti.

 

Visto che, come detto, le cause della mialgia sono così variegate, non esiste una soluzione univoca al problema; è fondamentale, semmai, comprendere immediatamente quali siano i fattori alla radice del disturbo.

 

Per quanto riguarda a mialgia dovuta a sforzi atletici, ovvero quella più diffusa, dei buoni consigli sono quelli di riposare per un buon periodo di tempo, di svolgere dei semplici esercizi di stretching o dei movimenti finalizzati a sciogliere il muscolo, oppure si eseguire prodotti specifici da utilizzare a livello topico, come ad esempio antidolorifici ed antinfiammatori.

 

Anche i massaggi, soprattutto i massaggi cosiddetti decontratturanti, possono rivelarsi molto utili nel contrasto alla mialgia.

 

Ovviamente, anche nel caso in cui la mialgia sia legata a sforzi atletici, dunque qualora possa definirsi una comune contrattura muscolare, è sempre bene affidarsi ad un professionista, ad esempio un fisioterapista, per procedere in maniera corretta; trattamenti inadeguati o effettuati in maniera superficiale possono anche peggiorare il problema.

 

Nel caso in cui la mialgia dovesse presentarsi in maniera improvvisa e soprattutto senza comprendere quale possa essere una causa ragionevole, il problema non deve essere trascurato ed è necessario sottoporsi ad una visita medica di carattere generale.

 

Posture scorrette o comunque mantenute molto a lungo, magari per ragioni professionali, possono certamente causare mialgia, ma come detto dietro ad una mialgia improvvisa ed apparentemente insipegabile potrebbero esserci dei problemi più complessi.

 

Insomma, per la mialgia i sintomi non vanno in alcun caso sottovalutati: se per gli atleti, soprattutto di livello agonistico, questi disturbi muscolari sono piuttosto frequenti, nella persona che non pratica sport potrebbero essere un vero campanello d'allarme, da far subito presente al proprio medico.

 

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy