Mal di schiena al risveglio

Come comportarsi se si è interessati da mal di schiena al risveglio?

Mal di schiena al risveglio

Il mal di schiena al risveglio è una condizione che interessa davvero moltissime persone, da quelle anziane a quelle in età piuttosto giovane.

 

Il mal di schiena che si presenta al risveglio non è certamente legato a problemi insorti durante il riposo; eventuali posture scorrette tenute durante il sonno non agevolano, certo, il contrasto a questo problema, ma le cause originarie sono sicuramente da individuare altrove.

 

E' utile sottolineare, anzitutto, che difficilmente un mal di schiena può andar via semplicemente con il riposo; nella grande maggioranza dei casi è necessario che il dolore faccia il suo corso e si attenui naturalmente con il passare dei giorni.

 

I medici sono concordi nel sostenere, peraltro, che un riposo eccessivo sia addirittura dannoso per chi soffre di mal di schiena: seguendo i fisiologici tempi di recupero, infatti, è preferibile piuttosto riprendere le normali attività quotidiane ed anche tornare a fare del sano movimento atletico.

 

Detto questo, le cause del mal di schiena possono essere numerose.

 

Una delle cause più diffuse è sicuramente quella legata all'abitudine a mantenere delle posture scorrette, soprattutto per ragioni professionali: stare seduti a lungo può peggiorare la condizione della schiena, così come effettuare in maniera ripetitiva dei lavori fisici piuttosto impegnativi.

 

Da questo punto di vista è sicuramente un ottimo consiglio quello di approfondire la migliore postura al computer da tenere mentre si lavora, considerando che tantissime professioni, oggi, richiedono di rimanere dinanzi ad uno schermo per molte ore.

 

Un'altra causa molto diffusa di dolore alla schiena è rappresentata allo stress: è provato che chi si trova in uno stato di stress è notevolmente più esposto al rischio di mal di schiena per via delle tensioni muscolari che si vengono a creare sulla fascia lombare e dorsale.

 

In generale, seguire uno stile di vita poco sano può certamente favorire lo svilupparsi del mal di schiena: il fumo di sigaretta ad esempio riduce l'ossigenazione dei tessuti, dunque i muscoli presenti in questa zona del corpo riducono la loro capacità di sostenere dei carichi.

 

In generale, dunque, come comportarsi in caso di mal di schiena al risveglio?

 

Come detto, questi dolori hanno una durata fisiologica, dunque nel caso in cui dovessero presentarsi è una buona idea quella di attendere alcuni giorni, fino anche a due settimane, prima di intervenire.

 

Solo nel caso in cui il problema dovesse persistere a lungo, o qualora fosse accompagnato da altri disturbi complementari, come ad esempio fastidi ad una gamba, allora è opportuno rivolgersi ad un medico per un'analisi approfondita.

 

Certamente per ridurre la fastidiosa sensazione comportata dal mal di schiena al risveglio è un ottimo consiglio quello di praticare con costanza un'attività sportiva, seguire uno stile di vita sano e curare la propria postura soprattutto durante il lavoro.

 

Riccardo G. 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy