Inchiostro per tatuaggi

Inchiostro per tatuaggi: quali sono le sue caratteristiche? Quali le tipologie più diffuse?

Inchiostro per tatuaggi

La scelta dell'inchiostro per tatuaggi è fondamentale affinchè un tattoo, di qualsiasi tipologia, possa risultare di qualità e soprattutto non comporti alcun genere di rischio per la salute.

 

Come noto, il tatuaggio è un disegno realizzato direttamente sulla pelle con finalità estetiche: sono sempre di più le persone che scelgono di abbellire il corpo con dei tatuaggi, e quella che un tempo era una pratica poco diffusa, sebbene possa vantare una storia secolare, oggi è diventata una moda che seguono tantissime persone.

 

Realizzare un tatuaggio non è cosa da poco, dal momento che questa decorazione rimane sulla pelle per sempre (eccezion fatta per altri tipi di tatuaggi temporanei, come ad esempio quelli all'hennè); non sono poche le persone che intraprendono questa scelta senza un'adeguata consapevolezza, al punto che sono sempre più le richieste di trattamenti specifici per cancellare i tatuaggi.

 

La qualità dell'inchiostro per tatuaggi, assieme all'abilità e alla professionalità del tatuatore ed al rispetto delle norme igieniche, è un requisito fondamentale affinchè il risultato finale sia di buon livello e non vi sia alcun problema per la pelle.

 

Fondamentalmente esistono due categorie di inchiostro per tatuaggi: l'inchiostro di colore nero, ovvero quello largamente utilizzato in principio per la realizzazione di questi disegni cutanei, e gli inchiostri colorati, che si sono imposti soprattutto negli ultimi anni.

 

A differenza dell'inchiostro nero tradizionale, gli inchiostri colorati richiedono maggiore accuratezza sia nella scelta negli elementi di maggior qualità, sia nell'applicazione a livello sottocutaneo; questi inchiostri inoltre sono quelli più problematici per quanto riguarda l'eventuale eliminazione tramite laser.

 

L'inchiostro per tatuaggi deve essere rigorosamente atossico, e deve rispondere ai più rigidi test clinici affinchè possa essere utilizzato con questa finalità.

 

Recentemente, alcuni studi hanno evidenziato la possibilità che molti inchiostri per tatuaggi di largo utilizzo possano contenere dei metalli pericolosi per la salute; la notizia è ancora priva di conferma, ma va detto che il tatuaggio si è diffuso tantissimo negli ultimi decenni senza comportare particolari problemi.

 

Il consiglio fondamentale, ad ogni modo, è quello di rivolgersi sono ed esclusivamente a tatuatori qualificati che operano nel pieno rispetto delle norme igieniche; i professionisti con esperienza sono certamente in grado di utilizzare inchiostro per tatuaggi sicuro e di qualità adatto al tipo di disegno che si vuol realizzare.

 

Riccardo G.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy