Gonfiore addominale: cause e rimedi

Il gonfiore addominale: a cosa è dovuto questo inestetismo e come si può contrastare?

Gonfiore addominale: cause e rimedi

Il gonfiore addominale è un inestetismo piuttosto fastidioso che interessa moltissime persone, sia uomini che donne, il quale può avere svariate cause.

 

Assai spesso il gonfiore addominale è associato ad un possibile sovrappeso, dunque dinanzi ad un ventre piuttosto prominente, il primo pensiero della persona è quello di dover seguire una dieta per ridurre il proprio peso e migliorare così la propria linea.

 

In realtà, il gonfiore addominale è una condizione temporanea che si manifesta in determinati casi, e che non ha nulla a che vedere con la quantità di grasso in eccesso, o meglio non necessariamente, tant'è vero che moltissime persone magre, le quali obiettivamente non hanno certo dei problemi di peso, hanno una pancia piuttosto prominente, decisamente antiestetica.

 

Ed allora, quali sono le cause del gonfiore di stomaco, e soprattutto quali i possibili rimedi? Vediamone alcuni.

 

Premesso che, ovviamente, una dieta sana è il requisito fondamentale per evitare questo problema, i gonfiori addominali sono spesso dovuti ad indesiderate formazioni di gas nell'intestino.

 

Alimenti come i legumi, in particolare i fagioli e le lenticchie, le patate, i formaggi e vari tipi di verdure, tendono a fermentare all'interno dell'intestino sviluppando così delle quantità di gas che vengono espulse piuttosto lentamente, e che dunque contribuiscono ad accentuare questo problema.

 

Ridurre la quantità di questi cibi, dunque, è sicuramente una buona regola, ed andrebbero evitati completamente se si sta cercando di contrastare il gonfiore addominale.

 

Lo stesso discorso può esser fatto per quanto riguarda le bibite gassate e gli alcolici: consumare abitualmente queste bevande può certamente favorire lo svilupparsi di gas all'interno dell'addome, dunque per contrastare il problema è buona regola quella di depennare dalle abitudini alimentari queste bibite che spesso fanno gola a molte persone.

 

Il gonfiore addominale, inoltre, può certamente risentire in modo importante di condizioni di stress: vivere periodi particolarmente faticosi dal punto di vista fisico e psichico non è certo un toccasana da questo punto di vista, dunque riuscire a trovare dei nuovi equilibri, magari dedicando più tempo al relax, è sicuramente un rimedio prezioso contro i gonfiori.

 

Oltre alla scelta degli alimenti, anche i modi con cui sono consumati possono influire sullo svilupparsi di gonfiori.

 

I pasti devono essere consumati con tranquillità, masticando con accuratezza e non cercando di mangiare il più possibile nel giro di pochi minuti; da questo punto di vista, purtroppo, hanno il loro peso anche delle condizioni lavorative non particolarmente agevoli, che prevedono delle pause pranzo davvero troppo brevi.

 

Alcune abitudini, come ad esempio andare a dormire immediatamente dopo aver mangiato, sono sicuramente sconsigliabili per chi è interessato da gonfiore addominale: in questo modo infatti si rallentano i processi digestivi, e c'è il rischio concreto di favorire non poco gli indesiderati gonfiori.

 

Infine, un cenno va sicuramente fatto per quanto riguarda il tono muscolare delle fasce addominali: sebbene il gonfiore addominale, come detto, ha cause molteplici e complesse, avere degli addominali allenati è di grande aiuto, sia perchè la pancia appare più soda e più snella, e sia perchè molti medici sostengono che dei muscoli addominali ben allenati consentono di espellere in modo ancor più efficace gli accumuli di gas intestinale sviluppati nell'intestino.

 

Insomma, seguendo poche semplici regole e rinunciando a delle abitudini sicuramente poco salutari, il gonfiore addominale può certamente essere contrastato in modo molto efficace.

 

Riccardo G.

 

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy