Demenza senile

Tra le cause irreversibili di demenza senile, una grave malattia del cervello con perdita delle facoltà cognitive, la più comune è la malattia di Alzheimer

Demenza senile

La demenza senile è una grave malattia del cervello che cambia la capacità di un individuo di vivere una quotidianità normale. Poiché la demenza è generalmente progressiva, i primi sintomi possono essere impercettibili.

La caratteristica fondamentale della demenza senile è un declino delle funzioni cognitive. Le funzioni cognitive sono processi mentali come

  • il pensiero
  • il ragionamento
  • l’apprendimento
  • la capacità di risolvere i problemi
  • la memoria
  • il linguaggio
  • la parola

Altre caratteristiche che si verificano di frequente nella demenza senile includono cambiamenti di personalità e del comportamento.

Generalmente, questi tutti sintomi possono essere considerati indicatori di demenza senile solo se si manifestano per almeno sei mesi in modo continuativo.

Le cause. La demenza ha diverse cause. Alcune forme  possono essere reversibili, come quelle determinate ad esempio da

  • alcune infezioni
  • interazioni farmacologiche
  • malattie del fegato.

Tra le cause irreversibili, la più comune negli adulti più anziani è la malattia di Alzheimer.

Anche se la demenza è spesso legata alla vecchiaia, demenza senile, non è per questo una fase normale del processo biologico dell’invecchiamento. Anche i bambini con alcune patologie degenerative del cervello potrebbero sviluppare la demenza.

Molti anziani temono di avere la malattia di Alzheimer perché non riescono a trovare i loro occhiali da vista o ricordare il nome di qualcuno. Questi problemi molto comuni sono spesso causa di rallentamento dei processi mentali con l'età. Anche se è un frustrante, questi piccoli “incidenti di percorso” non compromettono in modo significativo la capacità di un individuo di apprendere nuove informazioni, di risolvere problemi, o svolgere le attività quotidiane, come invece accade quando di manifesta il morbo di Alzheimer.

La perdita di memoria segue un modello specifico nella malattia di Alzheimer, perché colpisce principalmente a livello della memoria a breve termine. Ciò significa che la persona ha problemi a ricordare eventi recenti. come quello che lui o lei ha fatto la scorsa settimana o le istruzioni del medico ha dato questa mattina per prendere un nuovo farmaco. Nei malati di Alzheimer è evidente l'incapacità di ricordare eventi recenti in netto contrasto con la capacità della persona di ricordare dettagli minori e gli eventi degli anni precedenti.

La caratteristica perdita di memoria del morbo di Alzheimer è seguito da molti altri sintomi cognitivi e comportamentali. Alla fine, nel corso di molti anni, la persona perde molte abilità mentali e fisiche e richiede cure continue.

Il declino cognitivo lieve è il termine usato dai professionisti medici, quando la perdita di memoria è maggiore di quello che "normalmente" si verifica con l'invecchiamento, ma una persona è ancora in grado di svolgere le normali attività quotidiane. Il declino cognitivo lieveè generalmente considerato come una forma precoce della malattia di Alzheimer.

Il declino cognitivo lieve è come se ci si trovasse in una zona di transizione tra la perdita di memoria legata all'età e la comparsa precoce della malattia di Alzheimer. Il declino cognitivo lieve viene diagnosticato quando gli individui che ne vengono colpiti, manifestano la perdita di memoria come nell’Alzheimer, ma mantengono alcune capacità cognitive come il pensiero e la capacità di ragionamento generale.

La perdita della memoria nel declino cognitivo lieve è più grave della perdita di memoria legata all'età.

Ci sono altri tipi di declino cognitivo lieve, ma il tipo che comporta la perdita di memoria a breve termine è il più comune. Questo tipo di declino cognitivo lieve viene definito dai professionisti "amnesico", perdita di memoria.

Dagli studi nel cervello delle persone con malattia di Alzheimer o declino cognitivo lieve amnesico, rivelano che ci sono delle similitudini molto forti. Gli individui con Il decadimento cognitivo lieve hanno più probabilità di altri anziani a sviluppare la malattia di Alzheimer.Non è chiaro quali siano i fattori che contribuiscano alla progressione da declino cognitivo lieve al morbo di Alzheimer.

Che cosa aumenta il rischio di demenza senile?

L'invecchiamento è il principale fattore di rischio per tutti i tipi di demenza.

Alcune malattie che causano la demenza (come la malattia ad esordio precoce di Alzheimer e alcune forme di demenza fronto-temporale) presentano familiarità tra gli individui che ne sono colpiti.

Una Lieve perdita di memoria è comune negli adulti più anziani e finché non influenza la vita quotidiana, di solito non è un problema. Ma la perdita di memoria che peggiora e colpisce la vita quotidiana può essere un segno di demenza. La demenza può causare problemi di memoria e compromettere le funzioni cognitive  come pensare ecc. La malattia di Alzheimer è la causa più comune di demenza. Di solito la demenza peggiora nel tempo. Tempi e modalità di comparsa dei sintomi della demenza senile sono individuali e quindi variano da persona a persona. Alcune persone rimangono le stesse per anni. Altri perdono rapidamente le capacità cognitive. 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy