Tumori ginecologici: Veronesi, diagnosi precoce e prevenzione

Veronesi afferma che meno tumori con diagnosi precoci e prevenzione.

Tumori ginecologici: Veronesi, diagnosi precoce e prevenzione

 

Si è discusso di diagnosi precoce e prevenzione nell'ambito dei tumori ginecologici, all'Istituto oncologico europeo dal professor Umberto Veronesi, in occasione del convegno 'Le nuove cure a misura di donna'.

il diktat del convegno sembra proprio essere quello dell'informazione corretta a tutti i costi, per la prevenzione dei tumori ginecologici. 

 

Tutto questo è anche supportato dagli enormi successi raggiunti in ambito preventivo del cancro del collo dell'utero, che ha un’incidenza minima grazie al nuovo test virale associato al Pap-test e del tumore dell’ovaio con l’uso della pillola anticoncezionale.

 

La novità è che a breve sarà disponibile un test che con l'esame del sangue, consentirà la ricerca dei micro-Rna (miRna) e di alcune proteine associate al tumore ovarico.

 

Questo consentirebbe di prevedere grazie alla presenza nel sangue di queste sostanze la formazione del tumore ovarico e quindi intervenire con molto anticipo, grazie ad una diagnosi precoce.

 

Affianca la ricerca scientifica anche l’uso della chirurgia robotica con varie scuole di formazione come quella di Chirurgia robotica ginecologica e quella di Chirurgia addomino-perlvica in oncologia ginecologica.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy