L'Unione Europea si esprime sui tumori: le regole da seguire

E' stata pubblicata l'ultima edizione del Codice Europeo per la prevenzione dei tumori, ricco di preziosissimi suggerimenti

L'Unione Europea si esprime sui tumori: le regole da seguire

E' stata pubblicata la quinta edizione del Codice Europeo per la prevenzione dei tumori, un documento ufficiale redatto da oncologi, ricercatori ed altri esperti che, per conto della Commissione Europea e della Iarc, Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro, rendono noti i più preziosi suggerimenti per scongiurare l'insorgere i questa pericolosa malattia che in molti casi, purtroppo, si rivela letale.

 

I tumori, d'altronde, sono i mali del secolo, delle patologie molto complesse sia dal punto di vista della sintomatologia che della diagnosi e della cura, senza dimenticare il fatto che possono manifestarsi in tantissime forme differenti.

 

Non vi è dubbio sul fatto che la lotta ai tumori sia una priorità assoluta dal punto di vista medico; sebbene alcuni consigli siano ampiamente considerati come realmente utili, capita molto spesso di sentire o di leggere delle teorie anti-tumorali prive di fondamento, o comunque esposte con toni eccessivamente entusiastici.

 

Il Codice Europeo per la prevenzione dei tumori è assolutamente da considerarsi come un qualcosa di fortemente attendibile, essendo prodotto, come detto, dalla sinergia di fior di esperti ed essendo continuamente aggiornato; è sicuramente interessante, dunque, fare il punto sui vari aspetti emersi dall'ultima edizione, appena pubblicata.

 

I medici che hanno lavorato alla redazione dell'ultima edizione del Codice Europeo, peraltro, hanno stimato che se tutti seguissero questi suggerimenti relativi allo stile di vita, l'incidenza dei tumori potrebbe diminuire ben del 30%.

 

Non si tratta, chiaramente, di soluzioni definitive al problema (questo ambizioso obiettivo, purtroppo, rimane ad oggi una chimera), ma di suggerimenti che, per quanto piuttosto semplici e tutt'altro che altisonanti dal punto di vista mediatico, possono realmente apportare dei grandi benefici all'organismo, anche nella lotta ai tumori.

 

Ed allora, quali sono i punti su cui si articola il nuovo Codice Europeo per la lotta ai tumori?

 

La prima regola, largamente conosciuta ma purtroppo non da tutti interiorizzata, è quella di non fumare.

 

Il fumo rimane uno dei peggiori nemici della salute dell'organismo, ed il fumatore ha delle probabilità di essere interessato da un tumore molto più elevate rispetto a chi non fuma.

 

Particolarmente grave, secondo gli esperti, è il fatto di fumare in età molto giovane, tendenza che purtroppo è largamente diffusa, soprattutto in determinate zone d'Europa.

 

Non solo il fumo è pericolosissimo per la salute, ma lo è anche per le persone che si trovano vicino: nel Codice Europeo infatti è stato evidenziato che le persone costantemente esposte a fumo passivo, in casa, in auto o in altri ambienti, hanno una possibilità di sviluppare dei tumori polmonari doppia rispetto a quella di chi respira solo aria pulita.

 

Altro consiglio semplice, ma comunque molto utile, riguarda il peso: se la massa grassa supera i livelli di normalità, infatti, il rischio che possano svilupparsi dei tumori, nonchè patologie di altro tipo, quali il diabete o problemi cardiaci, è molto più elevato.

 

Essere fisicamente attivi è molto importante nella prevenzione dei tumori: si stima infatti che chi pratica ogni giorno almeno 30 minuti di attività fisica, anche moderata, abbia una propensione a sviluppare dei  tumori molto inferiore. Allo stesso tempo, inoltre, è importante evitare di trascorrere troppe ore della giornata seduti.

 

Fondamentale è, ovviamente, la dieta: frutta, verdura, cereali, legumi devono assolutamente essere inclusi tra le proprie abitudini alimentari: da contenere, invece, il consumo di alcol, carni rosse, cibi molto pesanti e ricchi di grassi.

 

Anche le esposizioni prolungate al sole devono essere evitate, sopratutto se si ha un fototipo particolarmente delicato da questo punto di vista: questo suggerimento è preziosissimo soprattutto per quel che riguarda i tumori della pelle. 

 

Importantissimo è rispettare, in modo rigido, tutte le norme di sicurezza sui luoghi di lavoro, e questo è anche un invito a tutti gli imprenditori a prevedere, per i propri dipendenti, tutte le tutele necessarie.

 

Anche le radiazioni, purtroppo, possono influire sullo svilupparsi di un tumore, di conseguenza è una buona norma quella di controllarli periodicamente e, se necessario, di ridurli tramite specifici strumenti.

 

Consiglio preziosissimo per le neo-mamme è inoltre quello di allattare il bambino al seno: alimentare i bambini per i primi sei mesi esclusivamente con latte materno, infatti, protegge il piccolo da molte patologie.

 

C'è da considerare, allo stesso tempo, che l'allattamento al seno ha degli effetti benefici anche nei confronti della mamma.

 

E' importante che il bambino esegua regolarmente tutti i vaccini previsti, ed inoltre è vivamente suggerito prender parte ai cosiddetti programmi di Screening dell'Unione Europea, i quali hanno un prezioso carattere preventivo.

 

Seguendo queste semplici regoli, dunque, la possibilità che si manifesti un tumore sarà certamente inferiore rispetto a chi segue uno stile di vita poco salutare.

 

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy