Polmonite virale sintomi e cure

Polmonite virale  sintomi e cure

La polmonite è una patologia discretamente diffusa, la quale riguarda indicativamente il 7% della popolazione mondiale con significative differenze tra le varie zone del mondo.

La polmonite è una malattia relativa ai polmoni, o per meglio dire l’apparato respiratorio nel suo complesso, ed è legata a un’infiammazione degli alveoli polmonari.

Nei malati di polmonite gli alveoli tendono a riempirsi di liquido, rendendo così difficoltosa la respirazione.

 

Le principali tipologie di polmonite

Le cause della polmonite possono essere disparate, e tra queste vi sono sicuramente alcunivirus: in questi casi si parla, appunto, di polmonite virale.

Parallelamente alla polmonite virale va menzionata la polmonite batterica, la quale può essere dovuta ad una vasta gamma di batteri, su tutti il batterio Streptococcuspneumoniae.

Altre tipologie di polmonite sono la polmonite da funghi, molto rara e riguardante soprattutto soggetti che hanno un organismo già pesantemente debilitato da altre patologie, la polmonite da parassiti, le polmoniti legate all’inalazione di elementi tossici e tante altre forme di polmoniti non infettive, le quali sono comunque piuttosto rare.

 

Polmonite virale: come si contagia?

La polmonite virale è da considerarsi una patologia piuttosto contagiosa: il rischio di essere interessati dai virus alla base di questa malattia è concreto nel caso in cui ci si trovi in un ambiente in cui sono presenti delle goccioline di saliva, magari dovute allo starnuto di una persona malata, allo stesso modo ci si può contagiare toccandosi gli occhi o il naso dopo aver toccato degli oggetti contaminati.

Quando i virus che causano la polmonite riescono a fare ingresso nell’organismo riescono in genere a farsi strada fino ai polmoni ed agli alveoli polmonari, e riescono in questo modo ad avviare la malattia.

 

Polmonite virale: come si manifesta?

La polmonite virale può manifestarsi in molti modi differenti, i quali variano da soggetto a soggetto.

Talvolta la polmonite virale ha dei sintomi piuttosto lievi quali tosse secca, febbre ed una generale sensazione di spossatezza e di malessere, al punto da essere confusa con una banale influenza: in alcune occasioni avviene una risoluzione della malattia pressoché spontanea, al punto da restar del tutto misconosciuta.

Nella grande maggioranza dei casi, tuttavia, la polmonite virale tende a manifestarsi in modo piuttosto acuto, dunque non può certamente essere trascurata a lungo.

Capita piuttosto frequentemente che i sintomi iniziali, non particolarmente gravi, peggiorino in modo consistente nell’arco di un paio di giorni, al punto d far ovviamente allarmare la persona interessata dal problema.

In rari casi particolarmente gravi si rende necessario un urgente ricovero ospedaliero, e le forti difficoltà respiratorie che riguardano la persona possono implicare l’insorgere di particolari sintomi, quali ad esempio il formarsi di tonalità di colore cianotiche o bluastre sulle labbra.

I virus che possono implicare l’insorgere di una polmonite virale sono numerosi, e tra questi rientra anche il virus influenzale.

Intervenire tempestivamente, ovviamente, è importante, anche in considerazione del fatto che la polmonite virale può complicarsi in modo ulteriore a causa di eventuali attacchi batterici.

 

Polmonite virale e diagnosi

Una polmonite virale, ovviamente, può essere diagnosticata solo ed esclusivamente da un medico, e il professionista deve far ricorso a specifici esami per riscontrare se i disturbi palesati dal paziente sono realmente dovuti ad una polmonite.

Tra gli esami più consueti in tali occasioni rientrano senza dubbio le specifiche radiografie al torace, fondamentali per verificare la condizione dei polmoni e degli alveoli.

Affinché il medico possa strutturare delle soluzioni terapeutiche mirate per il suo paziente, ovviamente, deve comprendere con precisione qual è stato il virus che ha causato l’insorgere della malattia.

 

Polmonite virale e cura

Se si parla della polmonite virale e delle relative cure, va sottolineato subito che i trattamenti terapeutici possono essere davvero molteplici.

D’altronde, come visto, la polmonite può verificarsi nei modi più disparati, spaziando dalle forme più lievi, che vengono talvolta confuse con un semplicissimo stato influenzale, fino a quelle più complesse, in cui le difficoltà respiratorie della persona malata sono davvero notevoli e in cui si rende necessario un immediato ricovero ospedaliero.

Nella grande maggioranza dei casi, le polmoniti virali possono essere superate senza problemi semplicemente restando a riposo ed assumendo rilevanti quantità di liquidi; non è raro, comunque, che i medici prescrivano ai propri pazienti degli appositi farmaci antivirali o degli antibiotici.

In casi particolarmente gravi, quindi nelle polmoniti che hanno causato delle difficoltà respiratorie molto serie al paziente, può accadere che il medico prescriva al paziente degli antidolorifici.

 

Polmonite virale e recupero

La polmonite virale, come si è detto, può verificarsi in molti modi differenti, di conseguenza anche i tempi di recupero a malattia conclusa possono variare.

Una persona giovane e che, al di là della polmonite, gode di buona salute, può riprendere regolarmente le sue normali attività quotidiane dopo pochi giorni di convalescenza; le persone più anziane, o comunque quelle che si sono ritrovate a dover fronteggiare una polmonite piuttosto complessa, possono invece necessitare di alcune settimane per tornare ad essere in condizioni impeccabili.

Anche da questo punto di vista, ovviamente, quanto saprà suggerire il proprio medico saprà rivelarsi utile ed attendibile.

 
Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy