Polmonite batterica

Polmonite batterica

La polmonite batterica è una patologia che interessa i polmoni, una malattia dovuta all’ azione infettiva di alcune tipologie di batteri e che può rivelarsi più o meno grave, anche in relazione all’ età della persona, alle sue generali condizioni di salute ed al suo stile di vita.

Prima di vedere, nello specifico, quali sono le caratteristiche della polmonite batterica, è utile comprendere cosa è esattamente la polmonite, e come può essere distinta.

 Che cos’è la polmonite?

La polmonite, come detto, è una malattia dei polmoni, la quale può essere causata da una gamma di batteri davvero molto vasta.

L’infezione batterica è pressochè una costante nei vari casi di polmonite, tuttavia non sarebbe corretto affermare che tutte le polmoniti sono batteriche: per quanto la polmonite batterica sia in assoluto la più diffusa, e possa declinarsi in tante varianti diverse, esistono anche delle polmoniti la cui causa non è individuabile nell’azione di un batterio.

Le polmoniti non batteriche sono definiti polmoniti interstiziali: questi problemi di salute hanno delle origini molto complesse, per certi versi poco chiare, quel che è certo è che alla base del loro manifestarsi non vi è l’azione di un batterio, come avviene invece nei casi di polmonite batterica.

Le tipologie di polmonite batterica

Le polmoniti batteriche, dunque, costituiscono una grossa fetta delle tipologie di polmoniti che è possibile contrarre, ma non rappresentano il 100% delle medesime.

Per quanto riguarda, in modo specifico, le polmoniti batteriche, le stesse possono presentare le caratteristiche più disparate, non fosse altro perché la loro causa può essere legata all’infezione di diversi tipi di batterio.

Sulla base di questa considerazione, le polmoniti batteriche sono solite esser distinte in due varianti, ovvero la polmonite tipica e la polmonite atipica; vediamo quali differenze sussistono.

La polmonite batterica tipica è quella più comune, e può esser dovuta all’azione infettiva di diversi tipi di batteri, la polmonite batterica atipica, invece, è meno frequente, ed è causata da batteri che comportano l’insorgere di tale malattia in modo meno consueto, come ad esempio il Legionella pneumophila.

Polmonite batterica e sintomi

Se si parla dei sintomi della polmonite batterica, la distinzione tra polmonite tipica ed atipica è fondamentale, in quanto sussistono importanti differente tra l’una e l’altra tipologia.

Mentre nella polmonite tipica i sintomi tendono a manifestarsi in modo improvviso ed evidente, infatti, nella polmonite atipica gli stessi compaiono in maniera molto più graduale, ed è molto più complicato riuscire a ricollegarli immediatamente ad una polmonite.

Nella polmonite tipica, in genere, la patologia si manifesta con febbre alta, brividi, dolori al petto, difficoltà respiratorie, sensazioni di fastidio nel mentre si tossisce.

Nella polmonite atipica, come detto, i sintomi si manifestano in modo meno acuto, quantomeno nelle fasi iniziali, ed i più tipici sono dolori muscolari, mal di testa, dolori addominali, sensazioni di forte spossatezza.

 La diagnosi della polmonite batterica

Diagnosticare una polmonite non è cosa semplice, e l’operazione si rivela piuttosto complessa soprattutto laddove si tratti di una polmonite atipica.

Nel caso in cui si dovessero riscontrare dei sintomi come quelli descritti in precedenza, ovviamente, è importante rivolgersi subito ad un medico per comprendere di quale patologia si tratta, e bisogna assolutamente evitare di consumare dei medicinali in modo arbitrario.

Riconoscere una polmonite non è un’operazione semplice neppure per i medici: analizzando i sintomi manifestati dal paziente, un medico è certamente in grado di sospettare che possa essere insorta una polmonite, ad ogni modo per la diagnosi definitiva è in genere necessario eseguire dei test specifici.

Alcuni medici sono in grado di diagnosticare una polmonite anche “ascoltando” i polmoni, ovvero prestando attenzione ad eventuali suoni emessi durante la respirazione, tuttavia anche in questi casi la conferma definitiva tramite test specifici è in genere indispensabile.

Uno dei testi più adoperati dai medici per scoprire se il paziente è interessato, appunto, da una polmonite, è sicuramente la plussometria, il quale viene eseguito tramite un’apposita sonda.

 La cura della polmonite batterica

Per contrastare una polmonite batterica possono essere suggeriti dei percorsi terapeutici diversi, ad ogni modo, dal momento che questa patologia è legata, come visto, ad un’infezione batterica, nella grande maggioranza dei casi i medici prescrivono ai loro pazienti degli appositi antibiotici.

La tipologia di antibiotico prescritta dal medico può variare sulla base di molteplici diversi aspetti: le modalità con cui la malattia è venuta a presentarsi, l’età del paziente, le sue generali condizioni di salute.

Per quanto possa risultare scontato, è utile sottolineare che il paziente deve sempre attenersi in modo rigoroso a quanto ha prescritto il suo medico: il consumo di farmaci arbitrario, in casi come questi, può rivelarsi davvero molto pericoloso.

Il medico, se ci sono gli estremi, può prescrivere al proprio paziente dei medicinali specifici per attenuare la febbre ed altre manifestazioni tipiche della polmonite batterica, tuttavia sono assolutamente sconsigliati i farmaci specifici per placare la tosse, dal momento che tali prodotti favoriscono l’accumulo di muco nei polmoni, e questo avrebbe degli effetti deleteri nel contrasto alla malattia.

 Polmonite batterica e prevenzione

La prevenzione della polmonite batterica non è semplice, dal momento che, come detto, i batteri che possono causare tale patologia sono diversi.

I vaccini disponibili, dunque, si rivolgono in modo mirato a singole tipologie di virus, e non possono proteggere la persona da polmonite causate da batteri di diverso tipo.

Uno dei vaccini più consueti, ad ogni modo, è quello relativo al batterio Streptococcuspneumoniae; vaccinarsi contro questo batterio può essere utile soprattutto per le persone di età avanzata, soprattutto laddove convivano con problemi di salute di altro tipo.

Per scongiurare il rischio di contrarre la polmonite, ovviamente, è assai utile evitare di fumare, allo stesso modo bisogna evitare di esporsi frequentemente ad aria inquinata o poco salubre.

 Insomma, la polmonite batterica può essere causata da una molteplicità di virus, e può esser distinta in polmonite tipica ed atipica.

I sintomi possono essere diversi, la diagnosi della malattia può essere effettuata solo tramite dei test specifici, e anche le terapie possono avere peculiarità differenti, anche se nella grande maggioranza dei casi si fondano sull’utilizzo di appositi antibiotici.

Non esiste un vaccino in grado di proteggere da tutte le tipologie di polmonite, ad ogni modo per scongiurare il rischio di esser toccati da tali malattie anche lo stile di vita ha la sua importanza.


Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy