Sapore di sole, sapore di sale, gli italiani ne usano troppo

Troppo sale fa male, ma gli italiani ne consumano il doppio degli europei senza considerare che il conto da pagare alla salute sarà salato

Sapore di sole, sapore di sale, gli italiani ne usano troppo

Dai conti salati agli alimenti salati gli italiani quest’anno, esagerano con il salato.

Oltre all’ironia esiste il progetto Minisal Gircsi guidato dai ricercatori del reparto di Epidemiologia delle malattie cerebro e cardiovascolari del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità (Cnesps-Iss), che svela tutti i peccati di sale che commettono gli italiani a tavola che usano il doppio del sale di quello raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Dove c’è gusto non c’è perdenza, così anziché consumare una media di 5gr al giorno di sale, se ne consumano anche fino a più di 10gr per gli uomini e quasi 9gr per le donne.

Il progetto Minisal-Gircsi è coordinato dal dipartimento di Medicina clinica e sperimentale della facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Federico II di Napoli, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss), l’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran), l’Università Cattolica di Campobasso, la Fondazione per l’ipertensione arteriosa, la Clinica pediatrica dell’Università di Foggia e il Gircsi (Gruppo di lavoro intersocietario per la riduzione del consumo di sale in Italia) e fa parte del programma nazionale Guadagnare salute. 

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy