Proteggiamo la pelle in montagna

Anche d'inverno bisogna stare attenti

Proteggiamo la pelle in montagna

Solitamente si pensa a proteggere la pelle dai raggi del sole solo d'estate: in realtà, anche il sole d'inverno è pericoloso, come e più di quello estivo.

Ci riferiamo, in particolare, al sole di montagna, quello che ci affanniamo a prendere durante i nostri week end invernali o la nostra sospirata settimana bianca.

L'aria rarefatta di montagna, infatti, fa penetrare più facimente i raggi del sole nell'atmosfera e quindi fa avere a questi ultimi un impatto più diretto con la nostra pelle, che quindi va protetta.

In particolare, bisogna proteggere il viso, che è la parte più esposta d'inverno e per farlo occorre applicare 30 minuti prima di esporsi al sole una crema specifica con filtro pari ad almeno 30.

Labbra, contorno occhi e zone delicate (come i nei) vanno invece schermate con uno stick a protezione totale (i cosiddetti sun-block), che pure vanno stesi prima dell'esposizione al sole.

Dopo la vostra sciata o la vostra passeggiata mattutina, occorre poi reintegrare l'idratazione persa con una crema doposole, da stendere abbondantemente.

Se, infine, volete evitare preventivamente delle scottature ed attivare la produzione di melanina, potete assumere un integratore specifico.

Vedrete che seguendo questi consigli, tornerete dalla vostra settimana bianca o dal vosro week end più abbronzate che mai.

Lia Caminiti





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy