L' insonnia: a cosa è dovuta e come combatterla

Combattere l'insonnia è fondamentale, perchè il riposo influisce notevolmente sul nostro benessere

L' insonnia: a cosa è dovuta e come combatterla

Cos'è l'insonnia?

L'insonnia può essere definita come la difficoltà o incapacità ad addormentarsi nonostante se ne abbia un bisogno fisiologico o si sia stanchi. Si possono definire insonnia anche le situazioni in cui il sonno non è soddisfacente.

È difficile quantificare il numero degli "insonni". In Italia un'indagine ha cercato di valutare la prevalenza dell'insonnia nell'arco di un anno. I risultati hanno reso noto che circa 22 milioni di italiani avevano sofferto nell'arco dell'anno precedente di disturbi del sonno, di questi 4,5 milioni in maniera cronica.

Dormire bene durante la notte è fondamentale, dal momento che il riposo svolge una funzione cruciale per il nostro benessere: nel sonno si rilassa la mente, il corpo ed i muscoli recuperano dagli sforzi quotidiani, il metabolismo accelera le sue funzioni, ed inoltre dormire per un buon numero di ore è anche utile a smaltire i grassi.

Le cause dell'insonnia

Le cause dell'insonnia possono essere molteplici e lo stress è sicuramente una delle più diffuse: le persone stressate infatti, pur essendo stanche e dunque desiderose di riposo, hanno spesso difficoltà a prendere sonno, oppure si svegliano bruscamente durante la notte.

Anche alcuni particolari stati psico-fisici, quali ad esempio la depressione, possono causare insonnia, e comunque sia i disturbi del sonno possono essere legati a fattori meno importanti ed occasionali, quali ad esempio l'ambientarsi in una nuova stanza, i fusi orari, orari non regolari.

Nel riposo la componente abitudinaria ha un ruolo fondamentale, e dunque l'alterazione degli orari in cui si è soliti ad andare a dormire, some avviene spesso in estate o in vacanza, può certamente comportare dei disturbi nel sonno.

In commercio ci sono diversi prodotti per l'insonnia, molto indicati soprattutto se si sta vivendo un periodo di stress; ad ogni modo per riposare in maniera profonda e tranquilla ci sono delle semplici regole che si possono seguire.

Anzitutto, come detto, è utile cercare di mantenere una certa regolarità, evitare di assumere nelle ore precedenti al riposo delle sostanze nervine, quali il caffè, e non bisogna lasciarsi prendere dall'ansia dell'insonnia, ovvero controllare l'orario e temere di non riuscire a riposare in maniera corretta: bisogna rilassarsi e non pensare a nulla, tanto meno all'eventualità di non riuscire a riposar bene.

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy