Bere birra fa bene alle ossa

Ricercatori spagnoli scoprono il segreto delle ossa sane.

Bere birra fa bene alle ossa

Bere birra fa bene? Capita piuttosto spesso di leggere in rete delle notizie piuttosto clamorose, le quali nella grande maggioranza dei casi hanno ben poco di fondato e sono pubblicate appositamente per catturare dei "click", tuttavia negli scorsi giorni è stato condotto uno studio che ha evidenziato un aspetto suggestivo, sulla base di cui il consumo di birra potrebbe avere dei risvolti positivi per il benessere dell'organismo.

Nello specifico, il recente studio di cui si è parlato suggerisce che le donne che bevono birra in modo piuttosto regolare hanno meno probabilità di soffrire di osteoporosi, ragion per cui la birra potrebbe essere "amica" di una buona condizione ossea.

La notizia è stata segnalata dal Daily Telegraph di Londra: la birra contiene un tasso molto alto di silicio ed il silicio svolge un ruolo fondamentale nella formazione di tessuto osseo poichè rallenta il diradamento del tessuto osseo, principale causa di fratture, e ne stimola la formazione.

La birra è anche ricca di fitoestrogeni, un tipo di estrogeni che mantengono le ossa sane, anche per questa ragione questa bevanda alcolica riuscirebbe ad avere degli effetti molto preziosi nel contrasto all'osteoporosi e ai problemi ossei.

Ovviamente il benessere della struttura ossea è legato ad una molteplicità di aspetti, i quali devono essere curati con la medesima attenzione.

A tale riguardo è interessante sottolineare che le ossa sono costituite da una maglia di fibre, minerali, vasi sanguigni e dal midollo.

Le ossa sane presentano tutti questi componenti molto vicini tra loro, in una formazione compressa e compatta. Sottoporre il proprio corpo a un aumento di peso mina la compattezza dell'intero sistema osseo per cui è buona norma tenere sotto controllo il proprio peso specialmente dopo i 40 anni.

Ma come è stato articolato questo studio che ha messo in relazione il consumo di birra con il benessere delle ossa?

I ricercatori che hanno condotto lo studio hanno chiesto a quasi 1.700 donne con una buona condizione di salute e con una media di 48 anni uno screening sulle loro abitudini circa il consumo di birra.

Una scansione del sistema osseo delle loro mani, effettuata con il sistema ad ultrasuoni, ha evidenziato che le ossa appartenenti a bevitori abituali di birra si presentano più dense.

La scelta dei ricercatori di focalizzarsi sulle mani ha un suo perché. Le ossa delle dita delle mani delle donne, infatti, sono le prime a mostrare segni di osteoporosi, di conseguenza se le ossa delle mani delle donne analizzate versano in una buona condizione, è verosimile immaginare che anche la struttura ossea nel suo complesso sarà impeccabile.

Bere meno di una pinta al giorno, medi bevitori nella classifica dello studio, hanno comunque effetti benefici registrabili, quindi anche piccole quantità di birra possono potenziare la salute delle ossa.

Questa è la notizia che è stata pubblicata negli scorsi giorni, ed effettivamente quanto è emerso potrebbe essere assai interessante.

Ovviamente, se si afferma che la birra fa bene è importante specificare alcuni aspetti: la birra è una bevanda alcolica e in quanto tale deve assolutamente essere consumata con moderazione. Un consumo particolarmente cospicuo di birra infatti non può essere considerato in nessun modo come un qualcosa di salutare, per quanto possa essere vero che alcune delle sostanze con cui questa bevanda alcolica viene prodotta possano essere interessanti dal punto di vista del benessere delle ossa, non si possono trascurare i numerosi effetti negativi che un consumo notevole di birra può implicare.

Anche da questo punto di vista, ovviamente, è sempre valida la regola secondo cui "il troppo stroppia": se si consuma un qualcosa in quantità moderate è davvero inverosimile immaginare che possa far male all'organismo, anche laddove si tratti di una bevanda alcolica.

Solo ed esclusivamente l'eccesso, dunque, può implicare degli effetti negativi per il benessere.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy