Aspetto e forma fisica a tutti i costi

essere o avere? apparire questo conta per gli italiani

Aspetto e forma fisica a tutti i costi

Sono molto interessanti i dati pubblicato da una ricerca condotta da B&C Marketing, la quale riguarda il rapporto degli italiani con le cure per il corpo e la chirurgia estetica.

Nello studio in questione è stato considerato un campione di 2.187 intervistati, e più del 90% delle persone interpellate ha affermato che forma e aspetto fisico sono importanti, anche se si deve rinunciare ad altro. 

Analizzando meglio i dati forniti dall'indagine emerge che per l'86% degli intervistati per conservare al meglio forma ed aspetto fisico la dieta è il fattore fondamentale, ed è sufficiente curare l'alimentazione con la dovuta attenzione, appunto, per poterli mantenere. 

Altri dati di questa ricerca lasciano riflettere: per il 72% degli intervistati infatti rimangono i centri benessere i luoghi privilegiati per trattamenti e cure di bellezza, in testa a questa classifica vi sono esattamente i massaggi, con una percentuale del 63%, mentre saune e cure termali sono menzionati dal 28%.

I dati posti in evidenza in questa ricerca non riguardano esclusivamente l'aspetto fisico, ma anche altri fattori: il 48,6% del campione infatti, si spinge fino a voler ricorrere alla chirurgia estetica, di conseguenza l'opzione chirurgica è tutt'altro che remota tra le persone che intendono migliorare il loro aspetto.

A tal riguardo è interessante scoprire anche quali sono gli interventi più richiesti: tra le operazioni che italiani ed italiane vorrebbero eseguire sul proprio fisico vi è al primo posto la rinoplastica, quindi la chirurgia estetica del naso, seguita dalla chirurgia estetica del seno, da intendersi principalmente come mastoplastica additiva, ma senza affatto trascurare interventi di mastoplastica riduttiva o di mastopessi, inoltre vari interventi di chirurgia estetica riguardano la pancia, tra questi rientrano dunque la liposuzione, l'addominoplastica e similari, inoltre sono richiestissimi anche gli interventi anti-age, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di eliminare le rughe dal volto.

Ma per quale motivo gli intervistati non compiono questo passo della chirurgia estetica, dimostrando di esserne così interessati?

Effettivamente nella grande maggioranza dei casi le persone interpellate affermano di volersi sottoporre a un intervento di chirurgia estetica, tuttavia rinunciano a quest'opportunità.

Sulla base di quanto emerso da questo studio, per le donne il deterrente ad intervenire corrisponderebbe al costo degli interventi, considerato molto elevato quindi difficile da sostenere, mentre per gli uomini la problematica principale sarebbe individuabile nella mancanza d'informazione, quindi nel fatto di non conoscere a pieno le peculiarità che contraddistinguono l'intervento a cui vorrebbero sottoporsi.

L'interesse a migliorare il proprio fisico tramite la chirurgia estetica è presente, dunque, ma non manca una certa dose di timore, soprattutto tra la popolazione di sesso maschile.

Quanto emerso da questa ricerca dunque risulta piuttosto inequivocabile: per gli italiani l'immagine è davvero tanto, quindi nella cura dell'aspetto fisico non bisogna lasciare nulla al caso.

Ovviamente questo non deve essere letto necessariamente in chiave negativa, ovvero appunto come un'eccessiva attenzione nei confronti dell'apparire: il desiderio di curare il proprio aspetto attraverso una dieta sana e una pratica sportiva, infatti, non può che essere considerato positivo anche per i vari risvolti che implica a livello di benessere.

Per quanto riguarda la chirurgia estetica, i pareri sono contrastanti: c'è chi la considera una pratica esagerata, tipica di chi, appunto, bada eccessivamente all'aspetto fisico, chi la considera un'opportunità che chiunque dovrebbe poter cogliere.

Questo è davvero uno dei casi i cui "in media stat virtus", come dicevano i latini: la chirurgia estetica deve essere effettuata con la dovuta oculatezza, su questo non vi è dubbio, allo stesso tempo soluzioni chirurgiche di questo tipo possono realmente migliorare la vita della persona anche nel caso in cui riguardino solo ed esclusivamente l'aspetto estetico.

Il benessere di una persona può essere legato anche all'aspetto, per questo motivo la chirurgia plastica estetica non va certo demonizzata, anzi.

Il corretto modo di vivere la chirurgia estetica è probabilmente il seguente: è del tutto legittimo perseguire questa soluzione nel caso in cui si conviva con un difetto estetico realmente grave, tale da essere causa di insicurezza e di problemi psicologici per la persona, nel caso in cui si voglia eseguire un intervento di chirurgia plastica per mero perfezionismo, o ancor peggio per aderire a un canone estetico ben preciso, è preferibile abbandonare l'idea.

D'altronde un buon chirurgo estetico dovrebbe sempre colloquiare con i propri pazienti prima di fissare l'effettuazione dell'operazione: è compito del professionista infatti quello di accertarsi che ci siano tutti gli estremi per l'effettuazione dell'operazione chirurgica non solo dal punto di vista medico, ma anche appunto sul piano psicologico.

Il desiderio di sottoporsi a un intervento deve nascere da un sano e legittimo desiderio di migliorare il proprio aspetto affinché la propria qualità della vita ne possa beneficiare; nel caso in cui si voglia eseguire l'operazione chirurgica solo per ragioni effimere, o ancor peggio perché spinti a compiere il passo da un partner o da qualsiasi altra persona, dev'essere il professionista a comunicarlo al suo paziente sconsigliando di procedere.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy