Altro che pillola blu, basta un bicchiere di succo di melograno al giorno

Miracoloso melograno afrodisiaco: aumenta il livello di testosterone senza effetti collaterali

Altro che pillola blu, basta un bicchiere di succo di melograno al giorno

Cioccolata, fichi, peperoncino, aglio, ostriche, asparagi, miele, frutta secca, avocado... la lista dei cibi a cui la tradizione popolare attribuisce un potere afrodisiaco potrebbe continuare, tra vere proprietà nutritive o stimolanti (vasodilatatrici magari) e piccole leggende.

Sicuramente circa la veridicità di queste "credenze" si potrebbe discutere non poco, sta di fatto che alcuni di questi alimenti possono davvero avere delle implicazioni afrodisiache particolarmente preziose soprattutto per l'uomo, quantomeno dal punto di vista prettamente teorico.

Certo, a tal riguardo bisogna sottolineare che non si può cadere in facili entusiasmi, come troppo spesso accade: la "potenza" sessuale è un fattore legato a moltissimi diversi aspetti, di conseguenza immaginare che un alimento possa porre rimedio a eventuali imperfezioni è davvero un qualcosa di fantasioso.

L'impotenza è un aspetto che può essere fronteggiato solo ed esclusivamente in modo medico: molti conoscono infatti il Viagra, la classica "pillola blu" che grazie al suo effetto vasodilatatore è in grado di consentire anche agli uomini interessati da disfunzione erettile e da analoghe problematiche sessuali di poter vivere un rapporto con la propria partner.

Il Viagra è un medicinale, di conseguenza il suo utilizzo può avvenire solo ed esclusivamente previa prescrizione medica; proprio come per altri medicinali infatti anche il Viagra può avere delle controindicazioni, ad esempio deve essere utilizzato con massima cautela dai soggetti interessati da problemi cardiaci.

Utilizzare il Viagra o qualsiasi medicinale analogo in modo arbitrario è un comportamento profondamente irresponsabile il quale può implicare dei problemi di salute davvero molto seri, e questo è utilissimo sottolinearlo sempre, anche se si sta uscendo leggermente fuori rispetto all'argomento centrale di quest'articolo.

Parallelamente a ciò che si è detto, non si può negare il fatto che vi siano alcuni alimenti che sono in grado di fornire quantomeno un aiuto a tutti gli uomini che palesano problematiche legate all'erezione, e da questo punto di vista risultano piuttosto interessanti i risultati emersi in un'autorevole ricerca, la quale ha presentato appunto un nuovo "alleato" nella stimolazione del desiderio sessuale.

I ricercatori della Queen Margaret University di Edimburgo infatti hanno rivelato oggi i risultati del loro ultimo studio: con un bicchiere di succo di melograno al giorno, per un periodo minimo di quindici giorni, si registra un aumento del testosterone.


Si sono sottoposti alla ricerca circa sessanta volontari di età compresa tra 21 e 64 anni ed i risultati sono stati davvero eccezionali. Dopo due settimane di succo di melograno i livelli di testosterone hanno subito aumenti compresi fra il 16 % e il 30 %, e si tratta di percentuali tutt'altro che trascurabili.


La scoperta, se confermata, aprirebbe la strada ad uno stimolante naturale, o quantomeno potrebbe far considerare il succo al melograno come una soluzione molto interessante per gli uomini che ambiscono a dei miglioramenti dal punto di vista dell'intimità con la partner.

Ovviamente, come si diceva in precedenza, si tratta di una notizia da prendere con la dovuta cautela, e ad ogni modo questa bevanda naturale al 100% potrebbe essere considerata come un aiuto, non come una soluzione terapeutica, tuttavia il risultato posto in evidenza da tale studio è comunque interessante e meritevole di attenzione.

Va sottolineato peraltro che il succo di melograno è da considerarsi comunque una bevanda molto interessante e molto preziosa per la salute, per molte diverse ragioni.


Il melograno è da tempo conosciuto per il fatto di essere considerato un toccasana nella prevenzione delle malattie cardiache, dell'osteoartrite e dei disturbi di stomaco, d'altronde è un frutto ricchissimo di ferro e vitamine A, C ed E, senza trascurare le grandi quantità di polifenoli, tannini e antociani.

Una peculiarità nutrizionale molto interessante del melograno è rappresentata inoltre dalle sue elevatissime quantità di antiossidanti, degli elementi che sanno rivelarsi davvero assai preziosi per la salute.

Gli antiossidanti sono infatti utilissimi per contrastare i radicali liberi, ovvero i principali responsabili dell'invecchiamento cellulare.

Tutti gli alimenti ricchi di antiossidanti sono utilissimi in tale ottica e possono essere definiti come dei cibi "protettivi", appunto, delle cellule e del loro benessere; non è raro che gli antiossidanti siano definiti come degli elementi antitumorali, ma da questo punto di vista c'è ovviamente da essere ben cauti.

Sicuramente gli antiossidanti sono utili per il benessere delle cellule e svolgono un'azione protettiva, tuttavia i tumori sono patologie estremamente complesse e ancora oggi, purtroppo, implacabili in alcune occasioni, di conseguenza nessun alimento può pregiarsi di un appellativo a tal punto pesante quale appunto quello di "antitumorale".

Al di là di questa doverosa precisazione, non vi è davvero dubbio alcuno sul fatto che il succo al melograno sia una bevanda molto salutare e ricca di effetti benefici, cui si aggiunge appunto questa suggestiva novità secondo cui sarebbe in grado di incrementare i livelli di testosterone.

Oltre a questo, come non sottolineare il fatto che il succo al melograno è una bevanda assai gustosa, davvero perfetta per i mesi più caldi grazie al suo profondo effetto dissetante.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy