Viagra generico chewable

Pillola masticabile che si assume senz’acqua!

Viagra generico chewable
Viagra in versione masticabile è uscito da poco tempo con il nome generico di Sildenafil. La pillola masticabile al Viagra è un prodotto di un’azienda italiana, che scaduta la licenza della Pfizer ha pensato bene di lanciarla sul mercato.

Dopo lo scadere della licenza della Pfizer di produrre il Viagra molti hanno pensato che le cose cambiassero rapidamente in questo mercato così specifico, ma molto redditizio. Ha così sorpreso tutti la notizia che L'azienda italiana Doc Generici, che produce il Sildenafil il generico del Viagra, ha lanciato una pillola masticabile a base di Viagra.

I vantaggi sarebbero nella praticità dell’assunzione e soprattutto nel costo, che risulterebbe essere inferiore all’originale del 60%. Il Vigra rappresenta ormai uno dei miti tra i farmaci, 10 anni di vita per 10milioni di pillole.

Questo volo nel blu dipinto di blu delle ormai mitiche pillole c’è però tutta la sofferenza e le problematiche legate ai problemi erettili maschili. Solo in Italia sono il 13% dei maschi, 2% hanno un’età compresa tra 18 e 34 anni e il 48% più di 70 anni.

Il primato del consumo di Viagra spetta in Europa agli inglesi, seguiti, primi tra i mediterranei latini gli Italiani e terzi i tedeschi.

Viagra diventa Sildenafil, il nome generico 

Il Viagra è stato per anni il farmaco prodigioso della Pfizer. Entrato ormai nel mito è nato per errore, avrebbe dovuto prevenire l’infarto, invece la pillola blu è stata usata per tutti quelli che avevano problemi erettili con risultati positivi nell'80% dei casi. Il viagra oggi, ha perso il suo brevetto, quindi sia aspetta il generico.

Così saranno immesse in commercio pillole di citrato di sildenafil, il principio attivo del Viagra, dopo che dal 1991, la Food and Drug Administration autorizza il Viagra nella terapia medica orale per il trattamento delle disfunzioni erettili.

Dal 1991 questa pillolina tutta blu vende oltre due miliardi e mezzo di scatole in tutto il mondo oltre che detenere per moltissimo tempo il primo posto tra le parole chiave più cliccare e cercate su Google.

Dopo gli anni di vacche grasse quindi la Pfizer si accingere a lasciare il suo monopolio anche ad altre case farmaceutiche, che dalla prossima estate potranno così produrre il generico. La produzione del generico avrà dei vantaggi per i consumatori del Viagra, perché il costo si ridurrà notevolmente, anche fino a 25euro a confezione che corrisponde ad un 40%.

Di sicuro il mercato è troppo accattivante per rinunciare a mangiare una fetta della torta, perché solo in Italia sono state vendute più di 60 milioni di scatole.




LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy