Alimenti: Mangi bene dormi meglio

Una ricerca americana svela i segreti di un buon sonno con gli alimenti giusti

Alimenti: Mangi bene dormi meglio

Alimenti, mangi bene dormi meglio: lo afferma una ricerca americana svela i segreti di un buon sonno con gli alimenti giusti.

Non è certo una novità il fatto che l'elisir di una vita sana sia composto da una serie di aspetti, tra cui appunto un sonno sufficientemente lungo e regolare, un'alimentazione varia ed equilibrata, tuttavia uno studio ha provato a mettere in relazione questi due aspetti, ovvero appunto la quantità di sonno con il tipo di alimentazione condotta.

Il risultato è assai interessante, e può essere letto senza dubbio come una sorta di conferma di quanto detto fino ad ora: dormire bene e mangiare in modo oculato sono due aspetti altrettanto importanti e, allo stesso tempo, correlati l'uno all'altro.

Dormire bene fa bene alla salute, quindi, e la novità è che un buon sonno viene aiutato anche da un’alimentazione sana ed equilibrata.

Lo studio in questione è stato effettuato dalla Perelman School of Medicine dell'università della Pennsylvania, e si è trattato appunto di una ricerca in cui si è voluto dimostrare come  a dieta e lo stile di vita condizionino in modo assai importante la qualità del sonno.

Il risultato della ricerca ha evidenziato che una dieta varia, sana, senza alcolici, ed eccessi aiuta a dormire bene 8 ore per notte.

Chi invece non varia gli alimenti, eccede con un solo gruppo alimentare inevitabilmente dorme troppo o troppo poco, compromettendo così la qualità del sonno e della vita stessa.

Il campione è stato scelto con criteri di rappresentatività della società americana ed è stato suddiviso in gruppi a secondo delle ore di sonno: 4-5 ore a notte, 5-6 ore, 7-8 ore e sopra le 9 ore a notte. Lo studio includeva anche una serie di domande di un diario alimentare che doveva essere compilato minuziosamente in tutti i giorni in cui la ricerca è stata eseguita. Da questi dati qualitativi si è tracciato il quadro della situazione focalizzando soprattutto sulle ore di sonno.

Chi dorme meglio? Non tanto chi non ha pensieri, quanto chi mangia in modo equilibrato, beve molta acqua, e riduce l’introito di alcol.

Chi dorme meno mangia male, a di sonno 6 ore sono risultati quelli che consumano calorie in più rispetto agli altri gruppi, il fanalino di cosa sono i dormiglioni, la conclusione è che chi consuma più calorie ne assume di più perché è stanco e quindi tende a tirarsi su mangiando soprattutto alimenti poco salutari.

L'alimentazione eccessiva e poco oculata di chi dorme poco sarebbe dunque una sorta di compensazione messa in atto da chi dorme poco, un modo per sopperire alla carenza di sonno che tuttavia non può essere affatto ritenuto salutare, anzi tutt'altro.

Sicuramente un sonno eccessivamente scarso unito a un'alimentazione eccessiva, o ancor peggio composta da cibi di scarsa qualità, è un binomio che non tarderà a comportare dei risvolti negativi nei confronti della persona, rendendola non solo più stanca, ma anche visibilmente meno in forma.

Chi dorme poco e per quelli fino a 6 ore di sonno, bevono poco,  meno licopene, carboidrati oltre una riduzione di vitamina e selenio.  

Come accennato all'interno di questa ricerca sono state considerate anche le persone che dormono in maniera eccessiva: ovviamente la quantità di sonno consigliata varia da persona a persona sulla base di molteplici aspetti, tuttavia si può affermare a livello indicativo che la quantità di ore perfetta per essere ben riposati è di 8 ore per notte.

Dormire eccessivamente non è positivo, dunque, anzi assai spesso questa tendenza è messa in relazione a particolari stati psichici, come ad esempio degli stati depressivi.

Dal punto di vista prettamente alimentare la ricerca in questione ha messo in evidenza che per i dormiglioni si manifestano piuttosto frequentemente carenze di di colina, carboidrati, teobromina e acido laurico, quindi anche il sonno eccessivo ha delle implicazioni dal punto di vista alimentare.

Il modo di alimentarsi ha dei risvolti sul modo di riposare, dunque, ma si può affermare anche il contrario: la maniera più corretta di intendere l'alimentazione e il riposo notturno è con ogni probabilità quella di un vero e proprio binomio, in cui un aspetto influisce sull'altro e viceversa.

Come abbiamo detto precedentemente d'altronde il sonno e l'alimentazione sono due "pilastri" del benessere, di conseguenza l'ideale è seguire delle abitudini virtuose sia per quanto riguarda l'uno che l'altro aspetto.

La ricerca che abbiamo menzionato dunque fa emergere degli aspetti interessanti, ma allo stesso tempo non oltremodo innovativi: se si vuol vivere bene e si vuol essere in armonia bisogna mangiare e dormire bene, e su questo non vi può essere davvero nessun dubbio.

Mangiare in maniera poco equilibrata e dormire troppo poco (o anche troppo), è un qualcosa che l'organismo può sopportare senza problemi solo per breve tempo; nel lungo periodo è inevitabile che abitudini come queste comportino degli effetti poco piacevoli a livello salutare, per questo motivo è importantissimo essere sempre responsabili in tale ottica.






LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy