Alimentazione: quando la dieta non funziona

Consigli utili per dimagrire

Alimentazione: quando la dieta non funziona

Che cosa fare quando la dieta non funziona? Tantissime persone, sia uomini che donne, si saranno ritrovate a credere che la loro dieta "non funziona", tuttavia affermare un cosa del genere è davvero molto vago.

Anzitutto, poniamoci una domanda di fondo: che cos'è la dieta?

A livello di senso comune, quando ci capita di sentir parlare di dieta siamo subito portati ad immaginare la classica dieta dimagrante, ed effettivamente non si può negare il fatto che la maggioranza delle diete sia finalizzata proprio alla perdita di chili di troppo.

Nonostante questo, tuttavia, dieta non significa esclusivamente dieta dimagrante: il termine dieta identifica infatti il regime alimentare che una persona scegliere di seguire per migliorare il proprio benessere, e le tipologie di diete possono essere innumerevoli.

Gli esempi sono tantissimi, a cominciare dalle diete che tendono a privilegiare alcuni nutrienti, come possono essere ad esempio le proteine: le diete iperproteiche sono considerate ottime per gli sportivi che praticano Body Building o discipline affini e desiderano incrementare la massa muscolare del loro fisico in corrispondenza di un allenamento costante e sufficientemente impegnativo.

Esistono, ebbene si, anche delle diete ingrassanti: moltissime persone hanno bisogno di incrementare il loro peso corporeo, e anche chi ha quest'obiettivo deve muoversi in modo oculato, non certo consumando importanti quantità di cibo "spazzatura".

La dieta può assumere mille diversi volti, dunque, di conseguenza affinché una dieta sia appropriata deve essere ritagliata "su misura" sulla base delle esigenze della singola persona.

Ancor prima di chiedersi "perché la mia dieta non funziona?" bisogna dunque porsi altre domande: la dieta che sto seguendo è davvero corretta? È coerente con le mie necessità? Come è stata strutturata?

Sebbene oggi si stia diffondendo, per fortuna, una cultura alimentare più consapevole, anche grazie a Internet, solo ed esclusivamente un nutrizionista può strutturare una dieta in modo specifico per il suo cliente.

L'organizzazione di una dieta infatti non può prescindere da un'analisi attenta del singolo caso, quindi delle reali esigenze nutrizionali che contraddistinguono la persona: le diete "fai da te" non solo possono rivelarsi inefficaci, ma possono essere perfino dannose.

A tal riguardo è importante sottolineare anche che vanno assolutamente evitate le diete ferree: tantissime persone che desiderano dimagrire tendono infatti a ridurre in modo eccessivo l'apporto calorico quotidiano, e questo può sicuramente tradursi in un serio pericolo per la propria salute.

Allo stesso modo sono destinate a rivelarsi inutili e improduttive tutte quelle diete pesantemente sbilanciate nei confronti di determinati macronutrienti.

Molti amanti dello sport tendono a privilegiare le diete iperproteiche e a consigliarle caldamente anche a chi desidera perdere peso, da questo punto di vista tuttavia è fondamentale fare chiarezza.

Non vi è dubbio sul fatto che una persona che segue un regime di allenamento importante abbia un fabbisogno proteico superiore rispetto alla media, tuttavia c'è da sottolineare anche che eccedere con le quantità di proteine non serve a nulla: le proteine che eccedono rispetto all'effettivo fabbisogno non solo non vengono assimilate, ma appesantiscono inutilmente l'apparato digerente.

Altri rischi in cui non bisogna incappare corrispondono inoltre a quelle che potremmo definire "diete miracolose", ovvero diete che promettono alla persona di perdere importanti quantità di chili in brevissimo tempo.

Il dimagrimento deve essere un processo graduale, un processo che deve avvenire in tempi fisiologici, di conseguenza non ci si possono aspettare "miracoli" in tal senso.

Alcune diete, come si diceva, promettono perdite di peso altisonanti in brevissimo tempo, ma ciò ovviamente non è possibile: l'utilizzo di pastiglie dimagranti, tute dimagranti e altri strani "escamotage" per sottrarsi ad una dieta dimagrante sana ed equilibrata cela diversi "trucchi" piuttosto banali.

Può anche accadere che queste diete riescano effettivamente a garantire una riduzione del peso corporeo così repentina, ma questo non può essere considerato un vero e proprio dimagrimento.

In tempi così brevi infatti il calo di peso non può che essere legato prettamente ad una perdita di liquidi, non a una perdita di tessuto adiposo, di conseguenza non appena la persona andrà inevitabilmente a reidratarsi recupererà celermente i chili perduti.

Un'altra riflessione che potrebbe sembrare banale, ma che in realtà è sempre bene sottolineare per dare una risposta a chi si chiede come mai la dieta seguita non stia dando gli effetti sperati, è quella relativa allo sport: la pratica di un'attività sportiva, ovviamente commisurata alle capacità fisiche della persona e alla sua età, è fondamentale per rendere evidenti gli effetti positivi di una dieta dimagrante.

I benefici dello sport sono davvero innumerevoli, soprattutto nell'ottica del dimagrimento, di conseguenza non è affatto semplice assicurarsi dei risultati apprezzabili pensando di curare esclusivamente l'alimentazione: sia l'attività sportiva che lo stile di vita nel suo complesso infatti hanno un notevole "peso" in tale ottica.

Alla luce di questo, dunque, possiamo sottolineare che se una dieta "non funziona" le ragioni possono essere innumerevoli, quel che è certo è che se si vogliono ottenere dei risultati apprezzabili la consulenza di un nutrizionista ha un'importanza cruciale.






LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy