Tumore all’ovaio: troppe donne muoiono

Il tumore all'ovaio è quello più pericoloso per la vita delle donne

Tumore all’ovaio: troppe donne muoiono

Il tumore all’ovaio è quello che miete più vittime tra quelli ginecologici.

Sono i dati forniti durante un incontro tra medici e pazienti presso l'Istituto di ricerche farmacologiche 'Mario Negri' con la collaborazione di Acto Onlus-Alleanza.

 

 

Solo in Italia i casi sono 5000 all’anno, mentre in Europa sono 500 le donne che perdono la vita ogni giorno.

Solo il 37% dei casi sopravvive più di 5 anni dalla diagnosi.

Con questi numeri il cancro all’ovaio è il più mortale tra i timori ginecologici.

Perché tutto questo?

Perché manca informazione, soprattutto per la prevenzione. Le donne italiane non conoscono il tumore dell'ovaio oppure lo confonde con quello dell'utero

Emerge dall’incontro che per far fronte in modo efficace contro questo cancro bisogna muoversi su tre piani d’azione.

 

prevenzione, a favore di una diagnosi precoce;

ricerca, raccolta e destinazione di fondi a nuovi studi;

accesso alle cure,

 

Queste azioni di lotta al cancro all’ovaio si devono concertare sulla una base di responsabilità e impegno sia individuali che delle istituzioni.

 

In questo periodo la cura di questo tipo di cancro è assicurata dall’impiego di terapie antiangiogenetiche che impediscono lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni e quindi fanno aumentare l'efficacia delle terapie standard.

 

 

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy