Cellulare e rischio cancro lo rivela la saliva

Dalla saliva legame tra telefonino e tumori, i cellulari incrementano il rischio di tumore

Cellulare e rischio cancro lo rivela la saliva

L'utilizzo del telefono cellulare può favorire la possibilità di essere interessati da serie patologie quali i tumori?

Negli ultimi anni la scienza medica si è sforzata non poco nel tentativo di rispondere a questo quesito, e il quadro ad oggi non è particolarmente chiaro.

Sicuramente i telefoni cellulari emettono delle onde elettromagnetiche più o meno intense, per questo motivo si raccomanda vivamente di evitare di utilizzarli in modo eccessivo, proprio per una ragione precauzionale.

In particolar modo, l'abitudine ad utilizzare il cellulare dovrebbe essere moderata soprattutto per quanto concerne l'utilizzo dei telefoni cellulari in chiamata, quindi l'utilizzo classico effettuato in conversazione.

Se si tiene il cellulare ad una così breve distanza dal corpo, i suoi effetti negativi non possono che accentuarsi quantomeno dal punto di vista teorico; a rendere ancor più preoccupante il quadro legato all'utilizzo dei cellulari per dialogare telefonicamente vi è il fatto che in questo modo il cellulare è assai vicino a un organo di fondamentale importanza quale il cervello, senza dimenticare il fatto che durante una chiamata la quantità di radiazioni emesse dal dispositivo cresce in modo non trascurabile.

Alla luce di questo, quindi è sicuramente una buona regola quella di limitare l'utilizzo del cellulare per quel che riguarda le chiamate, sia a livello di numero di telefonate eseguite quotidianamente che soprattutto per quanto concerne la durata delle stesse: sarebbero soprattutto le telefonate lunghe, infatti, a rappresentare un rischio per la salute.

La tematica secondo cui il telefono cellulare potrebbe, appunto, implicare l'insorgere di tumori è piuttosto controversa, e sebbene vi sono più che semplici indizi per credere che le onde elettromagnetiche dei telefonini siano dannose, c'è da sottolineare che la scienza non ha ancora avuto modo di esprimersi in modo inequivocabile circa tale tematica, suggerendo semplicemente dei comportamenti responsabili dal punto di vista preventivo.

Da questo punto di vista si rivela interessante quanto emerso da una ricerca condotta da un team di studiosi della Yaniv Hamzany della Sackler Faculty of Medicine dell’Università di Tel Aviv, in Israele, la quale ha analizzato la condizione biologica delle persone che utilizzano abitualmente il cellulare confrontandola con quella dei soggetti che, al contrario, non utilizzano questo dispositivo tecnologico.

L'analisi in questione ha previsto un'analisi della saliva, liquido organico che può essere facilmente prelevato e che negli ultimi tempi viene utilizzato sempre più spesso per compiere delle analisi di carattere medico.

In questa ricerca decisamente innovativa è stata esaminata la condizione della saliva di alcuni volontari per scoprire la correlazione tra uso abituale dei telefonini e rischio di sviluppare tumori, e i risultati della ricerca sono stati pubblicati su Antioxidants and Redox Signaling.

L’ uso frequente dei telefonini aumenterebbe il rischio di sviluppare tumori, sulla base di ciò che è stato riscontrato: questa'ipotesi viene supportata dalle ricerche condotte sulla saliva dei volontari che divisi un due gruppi, l'uno composto da persone che utilizzano con costanza il cellulare, e l'altro da persone che non fanno uso di questo strumento tecnologico.

Che cosa è emerso, quindi?

Le differenze tra la saliva dei soggetti di un gruppo e quelle dell'altro gruppo sono state tutt'altro che irrilevanti: la saliva di quelli che usano con estrema frequenza il telefonino mostra infatti dei segnali di maggiore stress ossidativo rispetto alla saliva di chi non lo usa, e lo stress ossidativo può essere sicuramente un qualcosa di influente sull'insorgere di tumori.

Lo stress ossidativo danneggia le cellule, per questo motivo la correlazione con l'insorgere di tumori è teoricamente corretta.

Come possono essere letti, dunque, i risultati di questa ricerca? Sicuramente l'incremento dello stress ossidativo è un qualcosa di molto negativo per la salute, ad ogni modo non si può affermare con certezza assoluta che un utilizzo massivo dei cellulari implichi l'insorgere di patologie tumorali.

Quel che è certo è che un risultato come questo deve fungere da stimolo ulteriore per evitare di incrementare lo stress ossidativo del proprio fisico, ed è importantissimo che il cellulare venga adoperato in modo corretto e senza eccessi.

Ridurre al minimo le conversazioni al cellulare, sia a livello di numero che di durata, non può che essere un buon suggerimento: il cellulare insomma dovrebbe essere inteso come uno strumento per comunicare, come uno strumento che può rivelarsi utile in tante diverse circostanze, ma non deve essere inteso come uno strumento per conversare e per passare il tempo.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy