Risparmio energetico 55

In che cosa consistono gli incentivi fiscali di risparmio energetico 55?

Risparmio energetico 55

Che cosa si intende per "risparmio energetico 55"? Con questo termine si fa riferimento esattamente agli incentivi statali previsti per chi riqualifica gli edifici con la finalità, appunto, di migliorarne l'efficienza energetica.

 

Precisamente, risparmio energetico consente di detrarre dall'imposta IRPEF il 55% delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica dello stabile.

 

Questa importante opportunità è stata introdotta dalla legge italiana con la finanziaria del 2007, la quale ha previsto appunto questa vantaggiosissima detrazione.

 

La finalità di questa innovazione è anzitutto quella di contenere le emissioni inquinanti, le quali incidono non poco sull'atmosfera e sull'ambiente in generale, ed inoltre risparmio energetico 55 consente ai cittadini italiani di rinnovare gli edifici al fine di migliorarne l'efficienza energetica e dunque contenere i consumi.

 

Risparmio energetico 55 include come interventi di riqualificazione energetica dello stabile interventi di natura "globale", ovvero ad esempio l'applicazione di pannelli isolanti all'interno o all'esterno dei muri per evitare le dispersioni di calore, interventi sull'involucro, sostituzione di impianti di riscaldamento obsoleti con impianti di maggiore efficienza, ed anche l'installazione di pannelli fotovoltaici.

 

Il fotovoltaico è l'ultima frontiera delle energie rinnovabili, la quale ha subito riscosso un grandissimo successo nel mondo ed anche in Italia.

 

L'energia fotovoltaica si basa sull'applicazione di appositi pannelli in grado di "catturare" l'energia trasmessa dal sole e di trasformarla in corrente elettrica, immediatamente riutilizzabile per consumi domestici o per attività produttive aziendali.

 

Considerando che con un impianto fotovoltaico ci si può garantire una fornitura di energia pulita a tempo indeterminato, azzerando così i costi per le utenze tradizionali, la realizzazione di un impianto è un investimento che si ammortizza in pochi anni proprio grazie ai  notevoli risparmi che ne derivano.

 

La percentuale del 55% che riguarda appunto le detrazioni può riguardare sia le spese materiali e strutturali che le prestazioni professionali necessarie per eseguire gli interventi in questione.

 

Possono usufruire degli incentivi in questione persone fisiche, persone giuridiche, associazioni, enti pubblici con fini non commerciali, condomini, inquilini, soggetti che detengono l'immobile in comodato o che detengono diritti reali sullo stabile, quali ad esempio l'usufrutto.

 

Insomma, gli incentivi di "risparmio energetico 55" sono davvero un'ottima opportunità per chi desidera apportare delle migliorie al proprio stabile, garantendosi così un utile risparmio per quanto riguarda i costi delle forniture energetiche.

 

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy