Quali sono gli alimenti per sgonfiare la pancia?

Quali sono gli alimenti per sgonfiare la pancia?

Quanti hanno sperimentato quella fastidiosa e disagevole sensazione di pancia gonfia e scoppiettante? Il gonfiore è un disagio frequente, quindi prima o poi ci passano tutti. Circa il 10-25% delle persone sane combatte con gonfiore frequente e le donne soffrono più degli uomini di questo fastidio.

 

Cosa fa gonfiare la pancia?

Le cause del gonfiore sono molte, ecco quelle più comuni:

Fattori alimentari

Ci sono degli alimenti che provocano il gonfiore. Tra questi:

  • latticini
  • alcuni alimenti ricchi di amido
  • alcune verdure, legumi

ti gonfi dopo aver mangiato un determinato alimento? Allora prendi nota di cosa ti provoca il gonfiore e i sintomi collegati. Potrai così andare da un nutrizionista per stabilire una strategia da seguire. Non eliminare alimenti senza una guida professionale.

Stile di vita

I nostri stili di vita e le nostre scelte alimentari influenzano il nostro intestino e la sua funzionalità. La sedentarietà, il sovrappeso, gli addominali poco allenati, i problemi psicologici come lo stress, possono influenzare una corretta funzionalità dell’apparato digerente provocando così quel fastidioso gonfiore.

Stitichezza

La stitichezza è un problema comune, che colpisce circa una persona su sette, ed è particolarmente comune tra le giovani donne e gli anziani. Quali sono le cause della stitichezza? Volendo generalizzare tra queste quelle più frequenti sono:

  • vita sedentaria o scarso esercizio fisico
  • una dieta povera di fibre e liquidi
  • alimentazione scorretta
  • la gravidanza
  • i cambiamenti ormonali
  • lo stress 

Semplici cambiamenti nella dieta e nello stile di vita danno subito miglioramenti significativi.
Sindrome dell'intestino irritabile

Una delle cause più comuni di gonfiore, è la Sindrome dell'intestino irritabile che colpisce una persona su cinque. I sintomi includono: ridotta funzionalità intestinale, crampi, gonfiore, flatulenza e gas. Per risolvere il problema le prime cose da fare sono: seguire una corretta alimentazione, assumerne alimenti probiotici e prebiotici , svolgere esercizio fisico e imparare a gestire lo stress.

Intolleranze alimentari 

Un'intolleranza o sensibilità a un alimento sono sempre più diffuse e tra queste c’è quella al lattosio (lo zucchero presente nel latte) per mancanza dell’enzima lattasi che ne consente la digestione. Consulta il tuo medico per diagnosticare correttamente questa intolleranza.

Celiachia

Il glutine provoca un danno alla parete intestinale con la riduzione di assimilazione di nutrienti. I celiaci, possono provare nausea, dolori di stomaco e gonfiore e molto probabilmente saranno carenti di alcuni nutrienti, come ferro e calcio. 
Solo un medico sarà in grado di aiutarti a capire cosa fare nel caso tu manifestassi questi sintomi. Non modificare la tua dieta fino a quando non hai una diagnosi sicura di celiachia. Se ti viene diagnosticata la celiachia, la dieta priva di glutine faciliterà il recupero della parete intestinale con riduzione del gonfiore.

 

Come sbarazzarsi del gonfiore?

A prescindere dalla causa del gonfiore e i sintomi associati, una corretta alimentazione li riduce e li previene. Si dovranno scegliere gli alimenti e le bevande giuste, imparare le giuste combinazioni, il tipo di cottura, il modo di mangiare per una drastica riduzione dei sintomi e per una migliore qualità della vita.

 

Allora cosa è meglio magiare per ridurre con gli alimenti la pancia gonfia?

Verdure e legumi

Verdure sì o verdure no? Assolutamente sì, basta scegliere quelle giuste e usare qualche “trucchetto” per non far gonfiare la pancia.

Quindi basta scegliere le verdure ricche di acqua e di fibre solubili, meglio se come passato o con cotture light. Come si deve condire? A crudo usando olio extravergine di oliva. Sia per i legumi che per le verdure basta aggiungere del bicarbonato (durante la bollitura), delle erbe, spezie e zenzero in modo da rendere più digeribile il tutto.

 

La frutta: amica o nemica?

La frutta è consentita, ma anche in questo caso vanno fatte delle scelte. Si deve evitare la frutta zuccherina e molto matura. Via libera invece a frutta acerba, o al giusto grado di maturazione.
La frutta va mangiata all’inizio del pasto, oppure come merenda o break tra un pasto e l’altro, sempre consumata fresca, al naturale o come estratto di sola frutta e verdura.
Può essere resa più digeribile con l’aggiunta di : menta, zenzero, cumino, finocchio, sedano, limone, lime, pompelmo, arance, ananas, mirtilli, fragole ecc.

In questo modo si possono mangiare le 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.

 

Yogurt

Lo yogurt magro, è un alimento ricco di fermenti lattici, quindi migliora l'equilibrio e la funzionalità della flora batterica intestinale.

Cereali integrali si o no?

Per evitare disagi è importante tenere sotto controllo i cereali. I cereali possono essere consumati senza problemi se non ci sono intolleranza o celiachia, perché in questo caso si dovranno usare: riso, mais, grano saraceno, miglio, sorgo, quinoa ecc. che sono privi di glutine.

Per i cereali integrali vale la regole della giusta quantità che va sempre accompagnata dall’ acqua in modo da ridurre la stipsi e la pancia gonfia.
Anche in questo caso i tempi e il tipo di cottura è cruciale, il condimento deve essere semplice, con pochi grassi. Il peggior nemico del gonfiore di pancia sono le combinazioni alimentari sbagliate, quindi si deve sempre fare attenzione a cosa si sta ingerendo.

 

Quindi sono da evitare tutte le combinazioni che contengono la carne o il pesce con formaggi o uova

con verdure come peperoni, melanzane, cipolle ecc.

Da evitare tutti i lievitati, che provocano gonfiore a causa del lievito . Il problema si previene evitandoli e consumando prodotti senza lievito.

 

Bevande sì e bevande no

Per mantenere la pancia sgonfia le bevande concesse sono:

  • acqua naturale a temperatura ambiente
  • tisane, infusi
  • tè leggeri e senza zucchero, con l'aggiunta di un po' di limone o zenzero.

 

Quelle vietate sono:

  • bevande frizzanti e bibite gassate
  • birra
  • vini mossi
  • spumanti
  • cocktail con soda.

 

Ma anche tutta la roba con aria inclusa deve essere evitata. Di cosa parlo?

  • le schiume e le mousse inclusa quella del cappuccio
  • panna montata
  • frullati.

 

“Il galateo” di come si beve e si mangia per evitare il gonfiore della pancia

Le buone norme sono utili per ridurre l’aria nella pancia. Quindi si devono rispettare alcune buone maniere per evitare l’effetto palloncino.

Quando si beve: Si deve bere lentamente altrimenti si ingurgita anche aria, si beve sempre dal bordo di un bicchiere o di una tazza, mai con la cannuccia.

Quando si mangia: si deve mangiare lentamente, deglutire ogni boccone prima di passare al successivo e non parlare mentre si mangia. Si deve sempre mangiare stando seduti a tavola e con calma.

Qualche suggerimento in più

Lo zenzero potrebbe rappresentare un aiuto efficace a causa delle sue proprietà sull’apparato digerente.

L’ attività fisica può aiutare moltissimo.

 

 Fonti: 

https://www.bbcgoodfood.com/howto/guide/how-eat-avoid-feeling-bloated

https://www.geffer.it/disturbi-dello-stomaco/gonfiore-addominale/dieta-per-gonfiore-addominale/





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy