Polmonite sintomi

Polmonite e sintomi: a quali campanelli d'allarme prestare attenzione?

Polmonite sintomi

Polmonite e sintomi: in che modo si manifesta questa patologia così temuta e pericolosa?

 

La polmonite è una malattia che riguarda l'apparato respiratorio, precisamente i polmoni, come suggerisce il nome stesso, e può avere delle cause differenti.

 

La polmonite è sostanzialmente un'infiammazione dei polmoni che colpisce in particolare gli alveoli polmonari, una parte del polmone fondamentale per il suo corretto funzionamento.

 

Si possono distinguere due diverse tipologie di polmonite: quella batterica e quella virale.

 

La polmonite batterica si verifica quando alcuni tipi di batteri raggiungono i polmoni attraverso le vie respiratorie: per evitare che questi possano danneggiare i polmoni il sistema immunitario produce delle quantità di liquidi che, otturando gli alveoli, possono dar vita appunto alla polmonite.

 

La polmonite virale, invece, si verifica per contagio: in molti i casi infatti la polmonite può rivelarsi una patologia più o meno contagiosa.

 

Premesso ovviamente che la diagnosi può essere effettuata esclusivamente da un medico, soprattutto se si tratta di una patologia così complessa e delicata, vi sono alcuni sintomi molto tipici della polmonite, i quali dunque non devono essere in alcun caso trascurati.

 

Per la polmonite sintomi molto frequenti sono la tosse, la quale diviene gradualmente sempre più insistente, così come un generale senso di fatica e di spossatezza che, nei casi più accentuati, rende difficile svolgere le normali attività quotidiane.

 

La febbre è inoltre un sintomo consueto, anche se non è raro che la patologia si manifesti pur senza alcuna alterazione della temperatura corporea, così come il respiro corto ed affannoso.

 

Proprio perchè la polmonite è strettamente legata ad una copiosa secrezione di liquidi finalizzati alla protezione dei polmoni, inoltre, è molto frequente espettorare durante principio della patologia e durante il suo corso.

 

Manifestazioni meno frequenti, ma comunque non certo da sottovalutare, sono inoltre i brividi, le sensazioni di nausea e di vomito, oppure l'accelerazione del battito cardiaco.

 

Anche per quanto riguarda la terapia da intraprendere, la competenza è esclusiva del medico. Nella grande maggioranza dei casi, il professionista suggerisce al paziente degli antibiotici specifici, oppure, nei casi più accentuati, anche delle terapie parallele o degli antidolorifici.

 

Quelli elencati sono dunque dei segnali che possono essere letti come un pericoloso campanello d'allarme, e possono essere legati appunto all'insorgere di questa patologia dei polmoni.

 

Ad ogni modo per la polmonite i sintomi in questione non devono mai essere sottovalutati: anche se, in seguito, dovessero rivelarsi per nulla collegati a questo tipo di patologia, è sempre bene rivolgersi ad un medico per una visita di controllo qualora si verificassero problematiche di questo tipo.

 

Riccardo G.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy