Perché camminare fa bene al cuore?

Camminare è un toccasana per il nostro cuore. Ecco i consigli per un'attività fisica senza troppi sforzi.

Perché camminare fa bene al cuore?

Il cuore è un muscolo con fibre che gli permettono di contrarsi e pompare sangue. Quando lo si utilizza durante gli esercizi aerobici diventa più efficiente e pompa più sangue ad ogni battito del cuore. L'esercizio fisico, come camminare, aumenta la capacità dei muscoli di prendere ossigeno dal sangue. Un cuore efficiente può pompare più sangue con ogni battito del cuore e dare più ossigeno ad altri organi.

Come posso far in modo che mi senta motivato a seguire un programma che preveda il camminare come sercizio fisico costante?

Una delle maniere migliori per non perdere la motivazione è anzitutto includere altre persone perché non si corra il rischio di annoiarsi o di far attività poche volte e poi smettere. Ecco, pertanto, i nostri consigli utili:

  • Comprate un podometro in un negozio sportivo. Utilizzatelo ogni giorno e contate i vostri passi. Al primo utilizzo, contate quanti passi fate al giorno normalmente. Fissate poi una meta per aumentare i passi ogni giorno o ogni settimana.
  • Se è cattivo tempo, mettetevi delle scarpe comode e andate a fare una passeggiata in un centro commerciale; una voltà lì farete quanti più giri potrete per il centro.
  • Andate a piedi a lavoro, a scuola, al supermercato o al ristorante.
  • Camminate durante i momenti di relax fuori casa vostra, o nel parco più vicino casa.
  • Utilizzate scarpe e calzini comodi che ammortizzino i vostri piedi e che rendano più piacevoli la passeggiata.
  • Bere acqua a sufficienza per non incombere in cali di pressione o perdere sali minerali. Portate sempre con voi una bottiglia d'acqua quando camminate.
  • Camminate in tutta tranquillità per luoghi da voi conosciuti, sufficientemente illuminati e sicuri.
  • Se avete un cane, portatelo con voi.
  • Organizzate con i vostri amici una bella passeggiata a piedi con una meta fissata... il tempo volerà e avvertirete meno la stanchezza.

Virginia Lombardo





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy