Mal di schiena: in gruppo si guarisce meglio

Terapia per la schiena, il gruppo fa la forza

Mal di schiena: in gruppo si guarisce meglio

 mal di schiena è un fastidioso dolore spesso collegato a varie patologie che può seriamente compromettere la vita sociale degli individui che ne sono colpiti.


Inoltre può essere particolarmente gravoso per le normali attività di routine della vita quotidiana.


Quando diventa davvero insopportabile, arriva il momento di rivolgersi oltre al medico curante, che avrà il compito di indicare al paziente di eseguire una ricerca appropriata dell’origine del dolore e delle dovute analisi e indagini concernenti la diagnosi.


Dopo questo primo passaggio si dovrà individuare la terapia adatta per contrastare il mal di schiena.


Spesso la tecnica più comune è quella del fisioterapista, che tramite sedute continue e ripetitive aiuta il soggetto a contrastare il mal di schiena e a guarire quasi completamente.


In genere questi cicli devono essere ripetuti a fasi alterne nei vari periodi dell’anno.


Un nuovo metodo forse meno “noioso” e maggiormente preferito dai pazienti soggetti al mal di schiena, è la terapia di gruppo, la ginnastica correttiva eseguita in gruppo appunto con altri pazienti.

 

Una ricerca di fatto asserisce che questo metodo è preferito dai pazienti affetti dal mal di schiena.


Questo dato è stato confermato da una ricerca eseguita dalla Fondazione Don Gnocchi IRCCS di Firenze, durante il VII congresso Rachide e riabilitazione di ISICO  (Istituto scientifico colonna vertebrale).

 


Questa sperimentazione afferma che la ginnastica correttiva guidata da uno specialista del settore, aiuta non solo lo stato fisico degli individui, ma anche il loro stato psichico mentale, in quanto, il gruppo rappresenterebbe uno stimolo maggiore nel seguire la stessa terapia.


La sperimentazione prevedeva la suddivisione in tre gruppi diversi 210 pazienti di età compresa dai 21 ai 60 anni.

 


Un gruppo è stato trattato con manipolazione vertebrale; il secondo seguita un particolare trattamento individuale di riabilitazione con il rapporto umano di un fisioterapista; e invece il terzo gruppo ha previsto il trattamento del mal di schiena con terapia riabilitativa in gruppo come accennato prima.

 


Dopo un anno i risultati di tutti e tre i metodi hanno dato ottimi risultati, ma ciò che si è evinto, ha spiegato la dottoressa Francesca Cecchi la coordinatrice della ricerca, che i pazienti avevano ottenuto degli ottimi esiti clinici e quindi curativi, soprattutto con la terapia di gruppo rispetto a quella individuale.

 

 

Tiziana Cazziero





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy