La cauterizzazione

La cauterizzazione

La cauterizzazione
Fra le varie tipologie di medicine complementari, si può annoverare anche una tecnica molto antica e tutt'oggi utilizzata, la cosiddetta cauterizzazione.

La cauterizzazione è un'operazione di bruciatura che si effettua mediante l'utilizzo del cauterio, uno strumento chirurgico per eseguire bruciature a livello terapeutico per eliminare delle imperfezioni o escrescenze cutanee, tipo le verruche e anche piccoli tumori.

Questa tecnica viene anche impiegata per arrestare delle piccole fuoriuscite di sangue durante alcuni interventi chirurgici; bruciando il tessuto viene prodotto calore il quale produce la coagulazione delle proteine dei tessuti organici circostanti la ferita, producendo così un effetto emostatico.

La cauterizzazione è una tecnica che risale fin dai tempi più antichi e prima del XVI secolo l'unico modo conosciuto per fermare un'emorragia era quello di arroventare un pezzo di ferro e di metterlo a contatto con la ferita o con il tessuto organico, producendo un effetto emostatico. Ippocrate di Coo (460 a.C. - 377 a.C) fu uno dei primi studiosi che descrissero alcune applicazioni sul corpo umano di questa tecnica.




LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy