Gli aminoacidi ramificati che cosa sono?

Integratori per gli sportivi

Gli aminoacidi ramificati che cosa sono?

Gli aminoacidi ramificati sono delle sostanze che servono per nutrire i muscoli del nostro corpo, ma sono utili anche per stimolare l’attenzione mentale, soprattutto quando si deve svolgere una determinata attività fisica.

Sugli aminoacidi ramificati, si è molto parlato in passato e sulla loro prescrizione e consumo. Oggi esistono in commercio tante aziende che trattano questi integratori, che sono regolati e garantiti dai servizi appositi. 

Questi aminoacidi ramificati non sono presenti nel nostro organismo per questo motivo è necessario integrarli con gli alimenti che li contengono, anche se le quantità assunte possono essere davvero minime, e quando si deve svolgere attività fisica intensa, è necessario integrare queste quantità con gli specifici integratori.

La cosa positiva di questi aminoacidi è che non devono essere metabolizzati dal fegato, infatti, questi tramite il nostro intestino sono subito assorbiti dalla parte muscolare del nostro organismo.

Alcuni prodotti presenti in commercio si presentano sia sotto forma di tavolette o di bustine, come l’azienda Friliver Sport, una ditta conosciuta nel settore, che presenta i prodotti inerenti gli aminoacidi ramificati in due versioni diverse per andare incontro alle esigenze della loro clientela.

Le Friliver Sport tavolette  si devono assumere quando si è sottoposti a un periodo particolarmente stressante al livello sportivo e quando soprattutto si deve svolgere una partita sportiva o prestazione fisica che richiede un certo sforzo muscolare ma anche una notevole concentrazione mentale.

I Friliver Sport Explosion sono delle bustine indicate quando si deve svolgere uno sforzo fisico importante e che richiede una notevole forza e resistenza muscolare. 

Questo deve assunto quando l’atleta deve affrontare un periodo intensivo di attività fisica, e quindi è costretto a seguire anche una dieta particolare specifica per gli atleti.

Il fabbisogno di questi aminoacidi potrebbe non essere abbastanza quello contenuto negli alimenti: carne, formaggi, e latte; di fatti il soggetto in questione durante il periodo necessario può colmare le carenze di questi aminoacidi ramificati con integratori di questo tipo.

Si raccomanda che l’assunzione di questi deve avere un periodo non troppo prolungato di oltre 6 settimane, in caso contrario, sarà necessario rivolgersi al proprio medico per ulteriori consigli pratici in merito.

Tiziana Cazziero





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy