Come avere la pancia piatta

Consigli utili contro i gonfiori addominali

Come avere la pancia piatta

La pancia piatta è il motivo principale per cui si decide di mettersi a dieta.


Notiamo dei rigonfiamenti nel ventre che stringono i nostri jeans e i nostri pantaloni preferiti?

E' il momento di perdere quei chiletti di troppo. 


Spesso la dieta però ci fa perdere peso, ma la nostra pancia rimane sempre gonfia, che cosa succede?

Semplice dobbiamo trovare la giusta alimentazione e il metodo ideale per noi per perdere il fastidioso gonfiore addominale.


La dieta per questo va supportata oltre dagli alimenti sani, e da uno stile di vita migliore.

Lo sport deve diventare una costante.


Impariamo ad allenarci tre volte a settimana, meglio seguire uno sport aerobico, come la corsa anche leggera, o il nuoto.

 


Queste due discipline atletiche aiutano il drenaggio del fisico. 

Inoltre esistono in commercio tanti prodotti utili di buona qualità certificati e quindi sicuri, che aiutano a conquistare la pancia piatta.


La linea XL S pancia piatta  per esempio è specifico per contrastare i gonfiori addominali.


Le sostanze naturali che sono contenute nella sua composizione, aiutano il metabolismo e la fermentazione dei cibi, e quindi la naturale funzione dell’intestino.


Inoltre insieme all’azione di alcune creme specifiche per la pancia piatta, effettuando dei massaggi specifici sull’addome, basterà avere una costanza e una continuità nell’usarla per almeno 6 settimane, per vedere i primi risultati.


La dieta deve essere seguita secondo alcune regole ben specifiche.


Si devono prediligere, infatti, alimenti con le fibre per il pranzo e la cena, così che le fibre ogni giorno aiutino la regolare attività intestinale e contrastare gli antiestetici gonfiori addominali.


Inoltre è necessario bere tanta acqua oligominerale.

Si consiglia almeno un litro e mezzo al giorno.

Se non potete praticare il nuoto, e non avete mai corso e il runningvi spaventa? Potete dedicarvi a delle lunghe passeggiate a passo sostenuto, oppure anche una leggere cyclette va bene.

 


Questo permetterà al fisico di riattivare il giusto ritmo della circolazione sanguigna, mettendo in attivo il lavoro dei muscoli e bruciando l’apporto degli zuccheri apportati dalle modiche quantità di carboidrati consumati.

 

Tiziana Cazziero





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy