Bioenergetica: una cura alternativa all'ansia

una formula diversa dal solito per stemperare lo stress e l'ansia

Bioenergetica: una cura alternativa all'ansia

Dite addio all’ansia, allo stress, alla sensazione di affaticamento e spossatezza e concedetevi finalmente il dovuto benessere psicofisico. Ancora poco conosciuta e diffusa, la bioenergetica è una disciplina in realtà molto seria, che vuole che l’”insegnante” sia laureato e specializzato in psicoterapia, con ramo nell’analisi bioenergetica. Ma se chi la fa fare al paziente è uno psicoterapeuta, che differenza c’è con le altre terapie che vengono proposte sempre da specialisti? È semplice, la bioenergetica è molto più pratica, veloce e se ne traggono benefici già dopo le prime sedute.
Il principio su cui si basa questa disciplina sono i flussi di energia corporea, che per un motivo o per un altro sono bloccati e creano disturbi molto comuni quali stress, insonnia, ansia, depressione e stanchezza fisica. Il terapeuta a cui ci si rivolge, come singolo o in sedute di gruppo, aiuta con la respirazione e i movimenti a sbloccare questa energia e a canalizzarla correttamente, in modo da far tornare il corpo e la mente ad un eccellente stato di salute.
Molto simile allo yoga per le pratiche respiratorie, e affine ad alcune tecniche orientali come il Tai Chi, l’analisi bioenergetica va ben al di là sia di queste pratiche sia delle lunghe psicoterapie. Prendendo in considerazione il corpo è infatti una teoria unica nel suo genere, ma che ha effetti benefici più immediati.  È importante assicurarsi tuttavia, quando si decide di intraprendere questo percorso, che il terapeuta, l’insegnante, sia competente e specializzato, poiché in caso contrario il paziente ne riceverebbe solo danni per la salute.

di Brigida Ambrosio





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy