Bioenergetica: una cura alternativa all'ansia

una formula diversa dal solito per stemperare lo stress e l'ansia

Bioenergetica: una cura alternativa all'ansia
Curare l'ansia e recuperare celermente una condizione di perfetto benessere psicofisico è un obiettivo comune a moltissime persone, sia uomini che donne, e da questo punto di vista si potrebbe perseguire una nuova, intrigante opportunità.

Sicuramente l'ansia è un problema molto complesso, trattandosi di un qualcosa di strettamente correlato alla psiche, per tale motivo non può esistere una soluzione univoca.

A tal riguardo bisogna peraltro sottolineare che esiste una differenza assai importante tra quella che è la comune ansia e il disturbo d'ansia: l'ansia è una condizione del tutto fisiologica che una persona può avvertire in determinati frangenti, magari dinanzi ad una preoccupazione di rilievo, oppure prima di un evento che considera soggettivamente molto importante, mentre è cosa ben diversa il disturbo d'ansia.

Il disturbo d'ansia prevede delle manifestazioni ansiose decisamente rilevanti, come ad esempi forti tachicardie, attacchi di panico, vertigini, difficoltà a svolgere le normali azioni quotidiane, e soprattutto nella grande maggioranza dei casi l'ansia che si verifica in queste circostanze si manifesta in modo pressoché immotivato, o comunque in modo spropositato in rapporto alla reale preoccupazione che la persona sta vivendo.

Alla luce di questo è evidente che il disturbo d'ansia può causare non pochi problemi alla persona che lo vive, di conseguenza si rendono necessari dei percorsi terapeutici specifici utili per restituire all'uomo o alla donna ansiosa una condizione di benessere e di ritrovato equilibrio psico-fisico.

Sicuramente l'ansia è un problema che può essere fronteggiato in modo autonomo, anzi sono davvero tantissime le persone che hanno realizzato di essere oltremodo ansiose e che hanno superato questa loro spiacevole condizione senza ricorrere ad alcun tipo di aiuto.

Alcune persone si sono semplicemente fatto forza e si sono convinte del fatto che non vi è motivo di vivere in apprensione, altre hanno trovato sfogo nello sport, altre ancora nel lavoro o in altro tipo di attività, altre invece hanno sperimentato delle semplici tecniche di respirazione le quali riescono a rivelarsi utilissime nel momento in cui l'ansia viene a presentarsi.

Anche il superare delle condizioni soggettivamente critiche, come possono essere ad esempio delle spiacevoli condizioni familiari o lavorative, può essere sufficiente affinché il disturbo d'ansia venga meno; nel caso in cui la persona ansiosa faccia maggior fatica nel superare la propria ansia può assolutamente rivolgersi a un professionista, il quale dall'alto della sua esperienza sarà sicuramente in grado di valutare vari aspetti e di suggerire al paziente i rimedi più adatti al suo caso.

Da questo punto di vista le soluzioni possono essere molteplici: si possono seguire delle semplici terapie, individuali o di gruppo, si può suggerire l'assunzione di sostanze naturali in grado di rivelarsi assai preziose in tal senso, come è il caso ad esempio della valeriana, in casi particolarmente gravi possono essere prescritti dei medicinali, ma ovviamente in simili circostanze è fondamentale che essi vengano utilizzati solo ed esclusivamente previo parere medico.

Come si stava accennando oggi potrebbe essere perseguita una nuova strada per contrastare l'ansia, ovvero la cosiddetta bioenergetica.

La bioenergetica rappresenta sicuramente una novità, anzi sono sicuramente poche le persone che hanno già sentito parlare di questa soluzione di ultima generazione.

La bioenergetica è sostanzialmente una psicoterapia a mediazione corporea, la quale si fonda sull'assunto secondo cui ogni soggetto vanta una propria energia vitale.

La cosiddetta analisi bioenergetica è stata messa a punto dallo psicoterapeuta americano Alexander Lowen e rientra nell'ambito delle cosiddette terapie alternative; i trattamenti eseguiti in questo modo dunque non possono essere considerati una soluzione medica, non essendo appunto riconosciuti dalla medicina ufficiale, tuttavia meritano comunque una grande attenzione al pari di molti altri trattamenti di ultima generazione, come possono essere ad esempio l'agopuntura e altri rimedi non convenzionali.

Ma in che cosa consiste la bioenergetica dal punto di vista pratico?

La "scienza" bioenergetica potrebbe essere sfruttata al fine di contrastare l'ansia e altre problematiche inerenti la psiche attraverso specifiche tecniche di respirazione, oppure attraverso semplici esercizi fisici, tramite l'esecuzione di massaggi e di altre tipologie di contatto corporeo, attività cui si potrebbero affiancare delle terapie di carattere prettamente psichico.

La bioenergetica potrebbe essere dunque una soluzione innovativa e intrigante per contrastare l'ansia, ovviamente trattandosi di un approccio del tutto non convenzionale vanno evitati i facili entusiasmi, tuttavia ciò non significa che in questo senso si possano ottenere dei risultati più che apprezzabili.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy