Artrite reumatoide sintomi e cure

Come si manifesta l'artrite reumatoide e come può essere contrastata

Artrite reumatoide sintomi e cure

Per l’artrite reumatoide quali sono i sintomi e le cure? L’artrite reumatoide è una patologia di tipo cronico e invalidante, sulla quale, ad oggi, non si ha un quadro estremamente nitido circa le reali cause.

Sicuramente fattori genetici hanno un’influenza importante in tal senso, ma anche lo stile di vita può incidere: vizi poco salutari quali quello del fumo, ad esempio, possono certamente incrementare la possibilità di essere interessati da artrite reumatoide, senza dimenticare la potenziale influenza di alcune infezioni virali.

Il manifestarsi di questa patologia riguarda soprattutto le persone di età non più giovanissima, ovvero tra i 40 ed i 60 anni, e si riscontrano in modo pressochè sistematico delle importanti differenze tra uomini e donne: le persone di sesso femminile, infatti, sono molto più esposte al rischio di contrarre l’artrite reumatoide, e le statistiche a riguardo parlano di numeri più che doppi rispetto all’incidenza della malattia sulla popolazione maschile.

Nel complesso, si stima che l’artrite reumatoide riguardi una percentuale di popolazione che spazia dall’1% al 2%: il numero di persone interessate da tale patologia, dunque, non è assolutamente trascurabile.

 

Che cos’è l‘artrite reumatoide?

Ancor prima di fare il punto circa artrite reumatoide sintomi e cure, è utile comprendere in che cosa consiste esattamente questa patologia, e quali problematiche comporta.

L’artrite reumatoide è una patologia che colpisce le articolazioni, i tendini, e in modo successivo anche i muscoli ed altri tessuti.

Le zone interessate dall’avanzare della malattia risultano alterate dal punto di vista visivo, presentando delle evidenti infiammazioni e divenendo rigide, o anche visibilmente deformate.

L’artrite reumatoide dunque, oltre ad essere assai evidente dal punto di vista estetico ed a comportare vari fastidi localizzati, è una patologia molto temuta anche per il fatto di poter limitare in modo più o meno importante la naturale mobilità di una persona, dunque delle sue articolazioni e dei suoi arti.

Come per la maggior parte delle patologie, ovviamente, anche per l’artrite reumatoide è importante intervenire per tempo, di conseguenza è necessario valutarne subito, con la dovuta accortezza, i vari sintomi.

 

Artrite reumatoide e sintomi

Se si parla di artrite reumatoide sintomi e cure non è affatto semplice fornire delle indicazioni dettagliate: questa malattia, infatti, può presentarsi in forme molto diverse, in modo più o meno acuto, dunque il suo insorgere risulta assai differente da persona a persona.

Nonostante questo, tuttavia, vi sono sicuramente dei sintomi che possono essere considerati assolutamente tipici dell’artrite reumatoide, vediamo dunque quali sono i più importanti.

La rigidità articolare, come accennato in precedenza, è la manifestazione più tipica dell’artrite reumatoide, di conseguenza laddove la persona manifesti dei disturbi in questo  senso, soprattutto se riguardanti più zone del corpo, la diagnosi dell’artrite reumatoide è tutt’altro che improbabile.

Le zone del corpo in cui si presenta l’artrite reumatoide tendono a farsi riconoscere in modo piuttosto evidente anche sul piano visivo, con l’insorgere di piccole deformazioni: aspetti come questi devono assolutamente essere considerati un campanello d’allarme, dunque la persona deve subito sottoporsi ad un valido controllo medico.

Sono soprattutto le dita dei piedi e delle mani ad essere interessate da lievi deformità nei primi stati dell’artrite reumatoide, e tra i sintomi di tale patologia vi sono anche delle anomalie tendinee; le zone interessate dalla patologia, inoltre, tendono in generea causare del dolore nel caso in cui siano toccate.

I gonfiori localizzati sono un altro aspetto piuttosto tipico dell’artrite reumatoide, senza trascurare problemi fisici di carattere generale, come ad esempio l’insorgere di una febbre leggera, ma persistente, oppure la repentina perdita di peso.

I tessuti attaccati dall’artrite reumatoide, inoltre, possono presentarsi insolitamente morbidi al tatto, ed è soprattutto al mattino, appena svegli, che le articolazioni tendono a manifestarsi piuttosto rigide.

È davvero evidente, dunque, come l’artrite reumatoide possa presentarsi in modalità molto differenti tra loro, dunque una malattia così complessa non può che essere diagnosticata esclusivamente da un medico, tramite degli appositi test.

Nel caso in cui il medico confermasse l’insorgere dell’artrite reumatoide, ci si potrà subito attivare in specifici percorsi terapeutici.

 

Le cure dell’artrite reumatoide

L’artrite reumatoide, purtroppo, è una patologia assai complessa da fronteggiare, anzi assai spesso le misure adottate per contenerla e per farla regredire si rivelano efficaci solo parzialmente.

Ciò non significa, sia chiaro, che l’artrite reumatoide debba essere accettata passivamente, con rassegnazione: al contrario intraprendere delle cure mirate può consentire alla persona di convivere in modo molto migliore con la malattia, preservandone le capacità di movimento e la qualità della vita.

Ovviamente spetta al medico suggerire al proprio paziente dei percorsi terapeutici che possano consentire alla persona di contrastare al meglio l’artrite reumatoide, e dal momento che tale patologia può manifestarsi in molti modi differenti, le cure possono presentare caratteristiche differenti.

Al momento non esiste una cura farmacologica in grado di garantire in modo assoluto il successo contro questa malattia, tuttavia, come detto, soluzioni mirate possono certamente migliorare la condizione del paziente.

Se la patologia è nelle sue prime fasi, in genere, il medico prescrive al proprio paziente degli appositi farmaci antireumatici, come ad esempio i cosiddetti FANS.

Nei casi più gravi, oppure laddove la patologia sia avanzata in modo consistente, il medico può suggerire al proprio paziente un intervento chirurgico, il quale possa restituire alle articolazioni una buona mobilità; in talune occasioni, invece, il miglioramento della condizione del paziente è raggiunto tramite l’impiego di apposite protesi articolari.

 

Insomma, se si parla di artrite reumatoide sintomi e cure il discorso non può che essere piuttosto ampio, per una patologia così complessa e variegata nelle possibilità di terapia.

Come visto, purtroppo, l’artrite reumatoide è una malattia assai complessa da fronteggiare, una condizione che assai difficilmente regredisce in modo totale, tuttavia tramite appositi accorgimenti opportunamente suggeriti dal medico il paziente può conviverci senza particolari problemi, e senza che le sue naturali capacità di mobilità articolare siano alterate.

Anche per l’artrite reumatoide, ovviamente, si raccomanda vivamente di evitare auto-diagnosi, tantopiù di assumere dei farmaci in modo arbitrario: solo ed esclusivamente il medico può valutare con la dovuta conoscenza le caratteristiche del singolo caso, suggerendo così al proprio paziente dei percorsi terapeutici mirati, siano essi fondati sull’assunzione di medicinali, oppure su interventi più complessi quali le soluzioni di tipo chirurgico.

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy