Aerofobia: perchè si ha paura di volare?

Che cos'è l'aerofobia? Quali sono le cause psicologiche della paura di volare?

Aerofobia: perchè si ha paura di volare?

L'aerofobia è un problema estremamente diffuso, probabilmente ben più consueto rispetto a quanto si possa immaginare.

 

L’aerofobia può essere definita come una condizione di profondo disagio psicologico dovuta alla paura di volare in aereo: questi stati di ansia e di angoscia sono davvero frequentissimi e pare interessino, se pur in differenti entità, addirittura la metà della popolazione mondiale.

 

A livello di senso comune, l’aerofobia è spesso definita con il termine generico “paura di volare”, tuttavia l’aerofobia è, come vedremo, un qualcosa di molto più profondo, una paura che assai spesso ha ben poco di razionale e che è legata a fattori psicologici che possono avere svariate cause.

 

Anzitutto cerchiamo di capire l'aspetto di fondo: che cos'è l'aerofobia?

 

L'aerofobia si manifesta sostanzialmente in un rifiuto a spostarsi in aereo, ed in generale in una condizione di grande ansia dinanzi all'idea di utilizzare questo mezzo.

 

Le manifestazioni possono essere differenti: palpitazioni, tremore, vertigini, aumento del battito cardiaco, o anche dei veri e propri attacchi di panico.

 

In genere la persona interessata da aerofobia tende ad attribuire la sua paura di volare ad aspetti connessi con il volo, ma che in realtà non sono la reale preoccupazione di fondo: la paura di sentirsi male in volo, il senso di oppressione, il sovraffollamento a bordo, la paura di non respirare a dovere, sono soltanto alcuni dei tanti esempi che si possono fare a riguardo.

 

La paura di volare è spesso messa in relazione, dai soggetti in cui si manifesta, al timore di un possibile incidente, oppure alla possibilità di avere un attacco di panico durante il volo.

 

La maggioranza delle persone interessate da aerofobia, in realtà, sono pienamente consapevoli del fatto che gli aerei siano dei mezzi decisamente sicuri, e che la probabilità che si verifichi un incidente è inferiore rispetto ad altri mezzi che viaggiano a contatto con il suolo.

 

Certo, è sicuramente vero che un incidente aereo implica quasi sempre delle conseguenze disastrose, al contrario di incidenti di altra natura che possono riguardare altri mezzi di trasporto, tuttavia come accennato in moltissime occasioni non è nella sfera della razionalità che l’agorafobia ha origine, ma piuttosto in aspetti ben più profondi, complessi, variegati.

 

Molte statistiche, infatti, confermano che l’aereo è uno dei mezzi più sicuri in assoluto, oltre che una soluzione molto pratica per la sua estrema rapidità di spostamento, e le statistiche relative agli incidenti dovrebbero implicare un timore ben più elevato per altri mezzi di trasporto, che invece sono utilizzati senza alcun timore di sorta.

 

Questi dati, tuttavia, assai difficilmente riescono a contrastare la sensazione di profondo disagio psicologico che contraddistingue la persona interessata da aerofobia dinanzi alla sola idea di prendere un aereo.

 

Proprio perchè, appunto, si tratta di un problema di natura psichica, può essere opportuno rivolgersi ad un professionista per individuare le cause principali alla base di questo disturbo, che comunque non deve destare preoccupazione, dal momento che, come detto, interessa percentuali di popolazione davvero altissime.

 

In molte occasioni delle persone riescono a superare l’aerofobia attraverso degli sforzi interiori, dunque convincendosi del fatto che tali paure sono infondate e profondendo una grande forza di volontà nel superare questo limite; in altri casi, invece, può essere più che opportuno rivolgersi ad uno psicologo, il quale consenta alla persona di raggiungere un nuovo equilibrio interiore e di mettere definitivamente da parte le profonde paure che vengono a manifestarsi dinanzi alla necessità di prendere un volo.

 

In quali altri modi si può contrastare la paura di volare?

 

Proprio perché, come detto, il disturbo dell’aerofobia è un problema molto comune, le possibili soluzioni per fronteggiarlo sono diverse, e la sensibilità relativa a tale tematica è davvero molto alta.

 

Sono stati realizzati diversi libri e video relativi all'aerofobia, che possono rivelarsi molto utili da questo punto di vista; la persona che riconosce di avere questo problema, dunque, può scegliere di intraprendere questi percorsi individuali per poter raggiungere un nuovo equilibrio psichico dinanzi all’esigenza di volare.

 

Anche le stesse compagnie aeree, comunque, propongono dei consigli specifici per contrastare il problema dell'aerofobia, gratuitamente fruibili da chiunque e spesso efficaci.

 

Moltissimi sono anche i corsi contro l'aerofobia, in cui vengono realizzate delle simulazioni di volo tramite appositi strumenti tecnologici.

 

Simulare l’esperienza di volo può rivelarsi una scelta molto valida per la persona che deve affrontare un volo pur essendo interessata da aerofobia.

 

Insomma, la paura di volare è ben più di un semplice timore di un disastro aereo: l'aerofobia ha radici psicologiche molto complesse, e per questo motivo le cure per vincerla possono essere molto diverse.

 

Scoprire quali siano le ragioni che gli psicologi collegano ai casi di aerofobia è davvero suggestivo; in molti casi i professionisti, ad esempio, collegano questa paura così profonda ad eventi traumatici precedentemente vissuti, oppure ad un legame affettivo molto profondo, soprattutto nei confronti di genitori e parenti, che si ha paura possa rovinarsi prendendo un volo.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy