Lichens Aureo

Quelle strane macchie rossastre sulla pelle...

Lichens Aureo

Il Lichens aureo è una dermatite rara, che si manifesta con macchie – papule, cioè rilievi circoscritti cutanei formati da un ammasso di cellule, asintomatiche, che col tempo tendono ad assumere sulla cute un caratteristico aspetto poligonale o a placche, di dimensioni variabili, con margini irregolari e netti, e superficie liscia.

Il colore può variare dal rosso – lilla, al giallo oro al bronzo o marrone scuro, e sono localizzate per lo più sulla cute degli arti inferiori, ma si manifestano anche nella zona degli avambracci e dei polsi, dorso delle mani e genitali; al livello delle regioni palmo-plantari si manifestano come semplici rilievi di tipo corneo, molto simili alle callosità.

L’esame istologico rileva la presenza di un moderato infiltrato lichenoide a banda, superficiale, caratterizzato dalla presenza di elementi linfocitari, numerosi globuli rossi extravasali. Può presentare ipercheratosi, cioè aumento dello spessore dello strato corneo e della concentrazione dei vasi capillari.

Il Lichens Aureo viene incluso nel gruppo delle “dermatiti capilleri purpurico pigmentate” ed hanno cause eziologiche al momento sconosciute, anche se taluni la associano all’azione di linfociti T ad attività citotossica sulle cellule dello strato basale dell'epidermide, cioè potrebbe essere, verosimilmente, immunodeterminata.

Potrebbe essere causata dalla sensibilizzazione ad alcuni farmaci, conservanti, alimenti, eccetera; potrebbe avere un’origine infettiva o traumatica (in seguito, ad esempio, ad interventi chirurgici o traumi); oppure potrebbe essere causata dall’incompetenza di una vena perforante (a sua volta dovuta ad un intenso stress fisico) con conseguente aumento della pressione venosa e fragilità capillare localizzate.

La terapia attualmente risulta essere ancora problematica; se necessario viene il dermatologo prescrive una cura con corticosteroidi per via intralesionale o generale.

Come per tutte le malattie della pelle, può essere utili l'utilizzo di olii di semi di lino e di enotera.

 

Stefania Michelotti





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy