La mente e la simpatia

La mente e la simpatia

La mente e la simpatia

Quando incontriamo una persona nuova che non conosciamo,ci facciamo subito un'idea a riguardo che può essere negativa o positiva. Questo modo di fare deriva dall'azione del nostro cervello, che decide chi ci è simpatico e chi non ci va proprio giù.
Dopo una serie di studi fatti da Daniela Schiller della New York University, è emerso come è il nostro cervello che attraverso degli impulsi ci manda la sensazione di simpatia o antipatia verso un'altra persona che abbiamo appena conosciuto.
In relazione a quanto sopra detto mi sento di esprimere un parere personale che può essere condivisibile o meno: le persone per essere giudicate vanno prima conosciute e vissute a lungo. Apprezzare i pregi e i difetti di una persona deve essere propedeutico ad una conoscenza approfondita di questa. Quindi bisogna credere si al nostro cervello, ma anche e soprattutto al nostro cuore.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy