Gli ionizzatori d'acqua alcalina: si tratta davvero di strumenti utili?

Gli ionizzatori d'acqua alcalina: si tratta davvero di strumenti utili?

Si sente un gran parlare in questi ultimi anni degli ionizzatori che permettono di purificare l'acqua di casa e di renderla eccellente per un uso alimentare. Si tratta davvero di strumenti indispensabili? Questa è la domanda che tutti oggi si pongono: vista infatti la campagna di sensibilizzazione sul consumo dell'acqua dei nostri rubinetti e i test a cui le nostre acque vengono sottoposte sembra davvero che questi strumenti possano essere considerati superflui.

 

C'è da fare però una piccola precisazione. Anche se l'acqua di casa è potabile e quindi sicura per la nostra incolumità, non significa che non vi siano alcune sostanze che possono essere potenzialmente dannose per la salute. Nelle acque infatti di tutta Italia,ci sono percentuali variabili di metalli pesanti e di minerali acidi. Non si tratta di sostanze pericolose nell'immediato, ma che nel lungo periodo possono portare a vari problemi. Dal punto di vista della salute possono rendere difficile la digestione, possonoaffaticare in modo eccessivo reni e fegato e possono rendere l'organismo un po' più stanco, contribuendo anche al sovrappeso. Non solo, queste sostanze possono essere dannose anche per la pelle in quanto tendono a seccarla intensamente e rendono anche il bucato meno morbido. Non è da sottovalutare il fatto inoltre che queste sostanze rendono più cattiva l'acqua: il sapore infatti risulta piuttosto amaro e l'acqua sarà pesante, difficile da buttare giù. Capite bene quindi che nonostante l'acqua sia potabile, ci sarebbe la necessità di migliorarla. Lo strumento che permette di ottenere questo risultato senza alcuna difficoltà è proprio lo ionizzatore d’acqua alcalina.

 

Lo ionizzatore è quindi uno strumento assolutamente consigliabile per tutti coloro che vogliono uno stile di vita migliore e che vogliono sentirsi sempre in salute. Si tratta di un purificatore dell'acqua che sfrutta l'elettrolisi per dividere le sostanze presenti: da un lato quelle acide che devono essere eliminate e dall'altro invece quelle alcaline che devono arrivare al rubinetto e che sono considerate salutari.

 

Affinché uno ionizzatore sia davvero eccellente è molto importante che utilizzi solo ed esclusivamente filtri certificati, con certificazione del Ministero della Salute Italiano. I filtri devono poter essere personalizzati in base alle proprie esigenze: a seconda del luogo di residenza, ma anche dei tubi da cui passa l'acqua, ci possono essere composizioni diverse infatti da dover trattare. Anche la possibilità che manchino del tutto alcuni minerali non è remota: ecco allora che i modelli migliori sono quelli con un apposito alloggiamento per l'integrazione di queste sostanze.

 

Scegliere solo i modelli più interessanti oggi disponibili sul mercato e che mostrano innovazioni tecnologiche avanzate è importante: sono questi infatti gli strumenti dalle performance migliori e che inoltre sono in grado di durare a lungo nel tempo. Sicuramente molti di voi si staranno chiedendo però se il costo di questi strumenti è molto elevato. Dobbiamo ricordare che alcune ditte produttrici offrono i loro prodotti a prezzo di fabbrica oltre a garantire delle soluzioni di rateizzazione personalizzate a tasso zero. Capite bene quindi che non si tratta di una spesa eccessiva, che inoltre, grazie all'intenso risparmi che permette di ottenere, potrà essere ripagata in poco tempo.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy