Dieta corretta per dimagrire: come iniziare?

Alcuni preziosi consigli per chi si accinge ad intraprendere una dieta dimagrante

Dieta corretta per dimagrire: come iniziare?

Quale potrebbe essere un esempio di dieta corretta per dimagrire? Tantissime persone alla prese con degli indesiderati chili di troppo si pongono questa domanda, e sono disposte a tutto pur di recuperare un buon stato di forma.

 

Per dimagrire, ancor più che una buona volontà, ci vuole una corretta cultura dell'alimentazione e una conoscenza dell'apporto nutrizionale di ogni singolo alimento, dunque bisogna approcciarsi ad una dieta dimagrante senza eccessi e valutandoattentamente gli alimenti da scegliere.

 

Anzitutto, bisogna evitare le diete troppo drastiche, le quali non solo possono rivelarsi per nulla utili alla causa (sono inevitabilmente destinate a durare molto poco!), ma possono essere anche molto pericolose per la salute. Questo è un errore in cui incorrono molte persone, ed è bene rimarcarlo per evitare che il desiderio di dimagrire possa comportare degli indesiderati problemi.

 

Inoltre, non bisogna cancellare completamente l'apporto nutrizionale di alcune sostanze nutritive, al contrario la dieta deve mantenersi equilibrata; è evidente che chi vuol dimagrire dovrà ridurre, ad esempio, i grassi animali, ma nessuna sostanza deve essere depennata del tutto.

 

Una dieta corretta per dimagrire può prevedere, ad esempio, un consumo importante di carboidrati (pasta e pane principalmente) solo a pranzo; mangiare molti carboidrati di sera, infatti, è una pessima abitudine per chi vuol dimagrire, dal momento che queste sostanze sono assimilate dall'organismo in maniera molto lenta.

 

Allo stesso modo sarà certamente salutare nutrirsi in relax, senza fretta, avendo cura di masticare bene i cibi; anche ridurre lo stress in generale è certamente un toccasana per la linea.

 

Meglio scegliere alimenti ricchi dal punto di vista nutrizionale ma con degli apporti calorici non molto elevati, e soprattutto semplici, non pesanti ed elaborati oppure con molti condimenti.

 

Anche il consumo di dolciumi dovrà essere molto ridotto, soprattutto al termine dei pasti, così come l'utilizzo del sale come condimento; al contrario è invece bene assumere molti liquidi, anche fuori dai pasti, evitando ovviamente alcolici e bevande gassate, le quali influiscono non poco sui gonfiori di stomaco.

 

Oltre a questi consigli di base, è bene ricordare che la consulenza di un nutrizionista è sempre fondamentale, dal momento che ogni persona ha determinate caratteristichefisiche, determinate capacità metaboliche, o eventualmente anche determinati problemi di salute... è fondamentale, insomma, una consulenza dietetica a 360 gradi.

 

Per seguire in maniera più agevole una dieta corretta per dimagrire, infine, può essere utile utilizzare degli integratori alimentari di qualità, senza dimenticare l'importanza di una sana e regolare attività sportiva, anche leggera e non agonistica.

 

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy