Correre o camminare per perdere peso

La corsa o la camminata veloce per dimagrire

Correre o camminare per perdere peso

Correre è una sana abitudine che appartiene soprattutto al mondo americano.

Nelle città americane, infatti, è più facile trovare gruppi o anche singoli individui che dedicano ore alla corsa, qui in Italia, nono stante esistano tanti appassionati, la corsa non è diventata ancora una sana abitudine.

Correre o camminare, sono due attività motorie che se svolte con regolarità, possono portare diversi benefici al nostro organismo.

Oltre a dimagrire e aver snellire soprattutto le gambe e la pancia, un tarlo fisso degli uomini. Il movimento è importante per dimagrire, ma anche per tutelare la salute del nostro corpo.

A giovare della camminata e o della corsa sono soprattutto il nostro sistema circolatorio, ma anche quello respiratorio.

L’attività aerobica è importante per mantenersi in forma, ma è necessario che tenga una certa regolarità settimanale.

Se non potete correre o camminare quotidianamente, cercare di farlo diventare un impegno di almeno un paio di giorni la settimana.

Tuttavia se non potete correre per problemi legati alla struttura ossea, così come per esempio anche alla spina dorsale per cui la corsa sono controindicati.

Così, la camminata diventa una buona e salutare alternativa.

L’attività che denomina gli appassionati della camminata si chiama fitwalking, che indica appunto una camminata a passo veloce e o svelto.

Camminare è un’attività sportiva che può essere svolta in qualsiasi momento della giornata e adatta a qualsiasi età, fermo restando che siano escluse problematiche importanti di salute.

Quando la proprietà fisica lo permette, anche in età avanzata, camminare è una sana abitudine che aiuta a contrastare le azioni dell’invecchiamento, agendo anche da promotore preventivo contro alcune patologie come il diabete per esempio, e o problemi cardiocircolatori.

Il muscolo del cuore è sempre allenato, così come tutta la muscolatura del nostro fisico.

Tutto questo si ricorda sempre che deve avvenire sempre con il controllo periodico dal nostro medico curante e abbinando, inoltre, una sana e corretta alimentazione.

Tiziana Cazziero





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy