Alimenti bio: chi li acquista?

Un'indagine di Nomisma ha tracciato il profilo del consumatore che compera prodotti bio

Alimenti bio: chi li acquista?

La società di consulenza Nomisma ha effettuato, in collaborazione con Federbio e su incarico di BolognaFiere, un'interessante ricerca dedicata ai prodotti bio ed al relativo consumo in Italia.

 
Quello dei prodotti bio, in effetti, è un mercato in crescita nel nostro paese, e che dimostra quindi di essere molto gradito da parte della popolazione.

Ma che cosa sono, esattamente, i prodotti bio?

Sebbene sia molto frequente sentir parlare di prodotti bio, spesso viene fatta confusione sul reale significato di questo termine, cerchiamo dunque di capire di che cosa si tratta, in modo specifico.

Posso essere definiti come prodotti bio tutti quei prodotti realizzati tramite agricoltura biologica, una tipologia di agricoltura che si fonda su principi ben specifici, quali ad esempio il rispetto della naturale fertilità dei terreni e soprattutto la totale assenza di prodotti chimici di sintesi o di organismi geneticamente modificati, i cosiddetti OGM, in qualsiasi fase del processo agricolo.

Si tratta, è evidente, di prodotti particolarmente affidabili dal punto di vista della genuinità, nonchè di alimenti che sono prodotti all'insegna dell'ecosostenibilità dal momento che, come detto, la fertilità dei terreni non è snaturata tramite l'utilizzo di appositi prodotti.

L'indagine di Nomisma ha tracciato un vero e proprio profilo della persona che acquista prodotti bio: i fattori che influiscono su questa scelta, come vedremo subito, sono numerosi.

Anzitutto, c'è da sottolinere che questo studio ha confermato in modo inequivocabile il crescente interesse da parte degli italiani nei confronti degli alimenti bio: nel corso dell'ultimo anno, infatti, ben il 55% delle famiglie italiane avrebbe acquistato un prodotto pregiato di marchio bio; rispetto al 2013, la crescita di tali consumi ammonterebbe a +4,5%.

I prodotti ortofrutticoli freschi sono in assoluto quelli più scelti dai consumatori italiani: più del 70% delle famiglie che hanno comperato alimenti bio avrebbero, infatti, scelto della frutta e della verdura a machio bio nel corso dell'ultimo anno.

 

Percentuali importanti hanno riguardato l'uva, acquistata dal 57% delle famiglie, lo yogurt dal 50%, l'olio extravergine di oliva dal 49%, seguito dalle marmellate con il 45%, dal miele con il 35% e dal vino, 22%.

Determinante è il contributo che riesce a garantire, alla crescita dell'acquisto di prodotti biologici, la grande distribuzione: ben il 58% delle famiglie che nell'ultimo anno hanno comperato alimenti bio lo ha fatto nell'ambito della GdO. 

Anche i negozi specializzati hanno un successo importante, e le famiglie che acquistano prevalentemente presso questi esercizi dichiarano di sceglierli per via del grande assortimento di cui dispongono, dunque per via dell'ampia scelta che riescono a proporre.

Come accennato in precedenza, i fattori che influiscono sulla propensione all'acquisto di prodotti biologici sono numerosi.

Anzitutto, l'acquisto di prodotti bio riguarda soprattutto le famiglie che hanno un reddito medio-alto: il 69% delle famiglie che hanno acquistato nell'ultimo anno dei prodotti biologici, infatti, può vantare un buon tenore di vita.

Questo dato non stupisce, dal momento che la crisi economica ha certamente inciso anche sui consumi alimentari, ed allo stesso tempo c'è anche da considerare che i prodotti bio hanno, in genere, un costo superiore rispetto a quello degli alimenti che non possono pregiarsi di questo appellativo.

Nella medesima percentuale, invece, gli acquisti di prodotti bio hanno riguardato famiglie con figli in età pre-scolare, mentre nel 67% dei casi, un dato questo particolarmente suggestivo ed interessante, le famiglie che hanno acquistato prodotti bio si compongono di almeno una persona, responsabile degli acquisti alimentari, che vanta un elevato titolo di studio.

Il 62% delle famiglie che hanno acquistato prodotti bio fa sport con costanza, il 61% esegue abitualmente la raccolta differenziata, il 68% invece ha, in famiglia, una o più persone per le quali è indispensabile una massima attenzione alle abitudini alimentari.

Un'influenza notevole è quella che riguarda, inoltre, le famiglie vegetariane o vegane: ben il 78% delle famiglie che negli ultimi 12 mesi hanno comperato prodotti bio si compongono di almeno una persona che segue questo particolare regime alimentare.

Il trend relativo ai prodotti bio, dunque, sta facendo registrare una crescita notevole, la quale sembra assolutamente destinata a confermarsi nel 2015: si stima, infatti, che nel prossimo anno questo mercato sarà interessato da una crescita ulteriore pari a ben il +19%.

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy