Acufeni: no grazie

L'associazione italiana per la ricerca sulla sordità crea un centro nazionale per chi soffre di acufeni e malattie dell'udito

Acufeni: no grazie

Sono ben 2,5 milioni le persone che, in Italia, soffrono di acufeni, ma di che cosa si tratta? In che cosa consiste questa patologia?

Parlare di patologia in riferimento agli acufeni non è particolarmente appropriato: gli acufeni sono una "condizione" in cui versano alcune, anzi moltissime persone, la quale è inerente all'apparato uditivo.

Come visto i numeri relativi all'acufene sono a dir poco impressionanti, e molte persone sono perfino inconsapevoli di essere interessate da questa condizione: l'abitudine a convivere con un udito imperfetto le porta infatti a credere che tali difetti siano del tutto normali, oppure rende difficoltoso semplicemente il percepire, appunto, che il proprio udito non sia perfetto.

E allora, poniamoci subito la domanda di fondo: che cosa sono gli acufeni?

Gli acufeni sono sostanzialmente dei ronzii che si avvertono in modo continuativo senza una particolare ragione: anche mentre si è in una stanza perfettamente silenziosa, infatti, capita di ascoltare dei lievi ronzii di sottofondo che in alcuni casi sono molto simili a dei fischi.

Questa condizione è ovviamente piuttosto spiacevole e chi è interessato non esiterebbe un istante a contrastarla; le sue origini peraltro, è utile sottolinearlo, non sono ben chiare.

In alcuni casi gli acufeni tendono a formarsi per via di esposizioni prolungate a fonti di inquinamento acustico particolarmente importanti, in altri invece la loro origine è completamente oscura.

E allora, come si può fare a curare gli acufeni? Come porre rimedio a questo problema?

Da questo punto di vista purtroppo le risposte non possono essere incoraggianti: sebbene a livello medico si siano compiuti dei progressi davvero molto importanti nel mondo dell'udito, il trattamento degli acufeni non si è ancora indirizzato verso una direzione ben precisa.

Ad oggi esistono solo ed esclusivamente delle soluzioni parziali al problema, ma dei trattamenti propriamente intesi purtroppo ancora no.

Che cosa si può dire dunque a tal riguardo?

Sicuramente la scienza medica è fermamente intenzionata a individuare una cura per gli acufeni, e da questo punto di vista si stanno investendo importanti risorse.

D'altronde non si può negare come gli acufeni possano danneggiare in modo importante la qualità della vita: in alcuni casi questi ronzii e piccoli rumori di sottofondo sono appena percettibili, in altri sono invece ben più consistenti, ragion per cui può accadere anche che una persona ne risenta dal punto di vista psicologico, tendendo magari a isolarsi oppure palesando delle difficoltà nel comprendere quanto viene detto dai loro interlocutori.

Il numero di persone che soffrono di acufeni è enorme, come visto in precedenza, e ancor più elevato è il numero di soggetti potenzialmente a rischio: anche questo ovviamente influisce sulla gravità di questo problema.

Tutti auspicano ovviamente che si riescano a compiere dei passi in avanti importanti in tale ottica, e come detto si stanno investendo delle risorse molto importanti affinché il problema possa essere contrastato con efficacia.

Da questo punto di vista si può sottolineare quanto sta compiendo in questi periodi la società italiana ricerca sulla sordità onlus, la quale sta creando un centro per la ricerca, la cura e la prevenzione degli acufeni e le patologie del rumore proprio per canalizzare tutti gli sforzi compiuti verso un'unica direzione che possa rivelarsi utile.

Il centro coinvolgerà molti collaboratori eccellenti come il CNR, Il Policlinico Umberto 1° di Roma, la Sapienza, il Policlinico Gemelli, L'università di Padova. 

Gli obiettivi sono due: il primo è quello di creare una task force multidisciplinare per lo studio, la ricerca e la prevenzione, il secondo una banca dati. 

L'associazione sta effettuando una raccolta fondi proprio per realizzare il centro che possa migliorare la vita di chi viene colpito da acufeni e malattie uditive, dunque la speranza è che questa nuova realtà tutta italiana possa corrispondere a un importante passo in avanti da questo punto di vista.

Gli acufeni sono un problema tutt'altro che trascurabile il quale merita in modo assoluto una grandissima attenzione da parte del mondo della medicina, di conseguenza si spera vivamente che tra qualche anno si possano annunciare delle novità rilevanti in tal senso.

Ad oggi gli acufeni sono uno degli aspetti più complessi, più oscuri, del mondo dell'udito, di conseguenza eventuali progressi inerenti a questa spiacevole condizione meriterebbero sicuramente di essere considerati con grande interesse e con un notevole entusiasmo da parte della collettività.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy