Il peso globale delle delle malattie: quali le più diffuse e la mortalità

Le malattie hanno sempre avuto un grosso peso nella vita dell'umanità ecco cosa è successo negli ultimi 20 anni

Il peso globale delle delle malattie: quali le più diffuse e la mortalità

Cos’è il Global Burden of Disease?  Si traduce come peso globale della malattia.

Che cosa misura? Questo “peso” misura qual è l’impatto delle malattie e quali sono le più diffuse nel mondo.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet.

I risultati più evidenti sono che gli anni di vita e gli anni di malattia di sono allungati in egual misura.

i dati rilevati sono quelli del campione rappresentato da 187 paesi distribuiti in tutto il modo.

In generale la vita si è allungata i 20 anni sia per gli uomini che per le donne rispettivamente di 11 e 12 anni, facendo così arrivare ‘aspettativa maschile di vita quasi a 70 anni e delle donne quasi a 75.

Terapie e programmi di supplementazione hanno ridotto sia le malattie trasmissibili, le malattie materno infantili e la malnutrizione. Scendono anche le morti per dissenteria, infezioni delle vie respiratorie e morbillo.

Ma di cosa si muore allora?

Hiv Aids rappresenta una delle maggiori cause di morte con un milione e mezzo l'anno di decessi,  la malaria ha ucciso 1,17 milioni di persone e la tubercolosi ha causato 1,2 milioni di decessi.

Quali sono le principali cause di morte nei paesi dove queste malattie non sono presenti o lo sono solo in minima parte?

Sono aumentate di 8 milioni, pari a due terzi del totale, le morti per cancro con un aumento del 38%, le malattie cardiache, che solo con l’ictus ha falcidiato 13 milioni di persone e il diabete che ha ucciso ben 1,3 milioni raddoppiando in 20 anni.

Si vive di più con  l'età media della popolazione mondiale che si è alzata. 

La malnutrizione è ancora una causa di morte soprattutto in Africa, ma le malattie come cancro, diabete e malattie cardiocircolatorie sono aumentate vertiginosamente. Queste malattie riducono gli anni di vita da sani e quindi hanno un’incidenza molto marcata nella qualità delle vita degli individui. Il vantaggio che si ha nei confronti di queste patologie non trasmissibili è di sicuro la prevedibilità e quindi la possibilità di prevenirle in modo adeguato per evitare il peggio e godere al meglio gli anni in più che ci è dato di vivere.

 





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy