La bellezza irritante

Può capitare che i prodotti cosmetici provochino irritazioni e arrossamenti. Niente paura, basta individuare gli ingredienti che scatenano la reazione per tenersene alla larga in futuro e utilizzare i prodotti gusti.

La bellezza irritante

Un nuovo fondotinta, una crema di bellezza o un trattamento all'avanguardia dell'estetista di fiducia. Piccole soddisfazioni che promettono di renderci bellissima e che qualche volta si risolvono in un disastro: pelle arrossata, viso gonfio, bollicine dappertutto. Anche la nostra pelle può avere, infatti, reazioni di tipo allergico e questo accade più facilmente nelle zone in cui la cute è più sottile e delicata: il viso prima di tutto, ma anche mani, inguine, ascelle, piedi.

Ci sono donne che sanno di avere questa particolare sensibilità cutanea e che spesso, per questo, rinunciano a qualsiasi trattamento di bellezza. E' un errore e un sacrificio ingiustificato che priva la pelle delle cure indispensabili come la detersione, l'idratazione e il nutrimento. In casi come questi è bene sottoporsi a un patch-test, ovvero un'indagine diagnostica realizzata attraverso piccoli cerotti che rilasciano minuscole quantità di sostanze allergizzanti, per scoprire quali sono i veri "nemici" della nostra pelle, stilare una lista di questi elementi e verificare che non siano presenti nei prodotti cosmetici che vogliamo acquistare, controllandone gli ingredienti. Per evitare ogni rischio possiamo scegliere linee cosmetiche specifiche, studiate per rispettare le pelli sensibili e solitamente prive di profumazione, visto che sono proprio i profumi gli elementi che più facilmente provocano reazioni allergiche.

Anche chi non ha mai avuto problemi di allergia può improvvisamente avere una reazione allergica ad un prodotto cosmetico. Le ragioni ipotizzabili sono diverse. Per esempio puà essere che la crema o il prodotto da trucco utilizzati, magari per la prima volta, contengano una sostanza che non ci era mai capitato di provare prima e che perciò scatena in noi queste reazioni poco piacevoli. Oppure utilizzando un prodotto di cui facciamo uso da tempo ci accorgiamo in un secondo momento che sul viso siamo ricoperti di minuscole bollicine oppure lo notiamo gonfio e arrossato: potremmo trovarci di fronte ad una sensibilità ritardata. Infine, la causa dell'imprevista forma di allergia potrebbe essere estranea al prodotto usato e da rintracciare invece in qualche cambiamento del nostro equilibrio. Fattori ormonali, stress, alimentazione irregolare, fumo, possono renderci più vulnerabili e provocare reazioni visibili sulla nostra pelle. Sarà bene in questi casi ricorrere alla visita dermatologica, senza mai rinunciare nel frattempo a pulire, idratare e nutrire la pelle con prodotti delicati e specifici.

Virginia Lombardo





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy