Deodoranti: una scelta da non fare "a naso"

Alcuni consigli utili per scegliere un buon deodorante

Deodoranti: una scelta da non fare "a naso"

Come scegliere un deodorante? I deodoranti presenti in commercio sono davvero innumerevoli, di conseguenza non è obiettivamente semplice individuare il prodotto più adatto alle proprie necessità.

 

Basta visitare lo scaffale dedicato ai deodoranti in un qualsiasi supermercato, oppure in un negozio di prodotti per l’igiene della persona, per rendersi subito conto di come le possibilità di scelta siano enormi.

 

E allora, come effettuare la propria scelta dinanzi a così tanti prodotti?

 

Nella grande maggioranza di casi, il deodorante viene scelto semplicemente “a naso”: si sente il profumo del prodotto e si sceglie quello più in linea con i propri gusti personali.

 

Si, sicuramente assicurarsi un deodorante con un buon profumo può essere un qualcosa di piacevole, ma effettuare la propria scelta esclusivamente sulla base di tale aspetto è certamente un errore.

 

Per scegliere un deodorante in modo ottimale, infatti, bisogna valutarne le caratteristiche e confrontarle con le proprie necessità: se la propria pelle produce cattivo odore rapidamente, ad esempio, ci vorrà un deodorante di un determinato tipo, lo stesso se si vuole accentuare la sensazione di freschezza oppure se ci si vuole assicurare una sensazione di pulizia e la totale assenza di odori per lungo tempo, magari trascorrendo molte ore fuori di casa.

 

I deodoranti possono essere distinti in tantissime differenti tipologie, a cominciare dall’aspetto puramente pratico: sono infatti disponibili, in commercio, deodoranti in spray, deodoranti in stick, roll-on, o anche in gel e in crema.

 

Trattandosi di prodotti rigorosamente differenti l’uno dall’altro, dunque, i consigli sul loro utilizzo possono risultare assolutamente variabili: alcuni deodoranti devono necessariamente essere applicati a distanza di alcune ore, se si vuole conservare una condizione di impeccabile freschezza, altri, invece, con una sola applicazione al mattino possono garantire il massimo comfort fino alla sera, prima di andare a dormire.

 

I deodoranti possono essere distinti in molte diverse categorie anche per quanto riguarda le loro reali funzionalità: alcuni deodoranti, ad esempio, svolgono una funzione semplicemente “profumante”, dunque profumano la pelle senza intervenire in modo diretto sulle cause che originano il cattivo odore.

 

Altri deodoranti, al contrario, bloccano la percezione del cattivo odore, offrendo così un comfort ottimale, mentre i cosiddetti deodoranti antitraspiranti agiscono direttamente nei confronti dei pori, riducendo la naturale traspirazione; una soluzione, quest’ultima, particolarmente indicata per chi suda in modo copioso, dunque per chi è costretto ad evitare che si formino sui propri abiti gli indesiderati aloni sotto le ascelle.

 

Non bisogna inoltre dimenticare i cosiddetti deodoranti adsorbenti, dei deodoranti che hanno la funzione di annullare, sostanzialmente, i cattivi odori tipici di una pelle sudata, assorbendo appunto tutte le sostanze organiche prodotte dal sudore.

 

Ancor più profonda, inoltre, è l’azione degli antimicrobici, dei deodoranti che grazie alla presenza di determinate componenti riescono ad annullare la formazione di proliferazioni batteriche, tramite un’azione che si può definire a tutti gli effetti biologica.

 

Si sta parlando, in questi casi, rigorosamente di deodoranti per la zona delle ascelle; potrebbe sembrare una precisazione superflua, questa, ma è sicuramente opportuno farla, dal momento che in commercio esistono anche deodoranti per altre zone del corpo, ad esempio per la capigliatura, e soprattutto che un deodorante per le ascelle non deve essere adoperato in nessun’altra parte del fisico.

 

Insomma, il termine deodorante è davvero molto generico, dunque se si è interessati a un prodotto di questo tipo è certamente necessario muoversi con la dovuta oculatezza nelle operazioni di scelta.

 

Nella grande maggioranza dei casi i deodoranti spray, ovvero quelli che hanno una profumazione più intensa, offrono un’azione esclusivamente coprente e rinfrescante; la persona che necessita, al contrario, di un effetto deodorante più profondo, il quale possa del tutto annullare il cattivo odore prodotto dalla pelle e le proliferazioni batteriche, deve in genere orientarsi su prodotti di altro tipo, dunque principalmente su deodoranti in stick o roll-on.

 

I deodoranti non possono in alcun caso rappresentare una sorta di alternativa alla cura dell’igiene personale: è chiaro che una persona non ha sempre la possibilità di lavarsi più volte al giorno, di conseguenza l’applicazione di un deodorante può essere un ottimo compromesso per mantenere le ascelle fresche e prive di odori, tuttavia curare l’igiene personale è sempre assolutamente fondamentale.

 

Oltretutto, se vi è del cattivo odore e se la pelle è sudata, applicare un deodorante dall’azione coprente non può rivelarsi affatto un’operazione efficace: associare il cattivo odore legato alle proliferazioni batteriche al forte profumo del deodorante, infatti, può avere un effetto decisamente sgradevole.

 

Se si parla di deodoranti, inoltre, un argomento molto “caldo” è quello relativo alla presenza di elementi potenzialmente pericolosi.

 

Bisogna sottolineare che, in generale, i deodoranti non sono dei prodotti pericolosi, salvo eventuali effetti allergici nei confronti di alcuni soggetti, tuttavia negli ultimi periodi si è fatto un gran parlare circa gli effetti potenzialmente negativi di alcune tipologie di ingredienti.

 

Si tratta di argomenti molto controversi: la reale tossicità degli elementi considerati potenzialmente pericolosi, infatti, non è stata dimostrata, ed è sicuramente il caso di rassicurare i consumatori dal momento che i prodotti presenti in commercio devono comunque rispondere a delle caratteristiche qualitative particolarmente rigide.

 

Leggere con attenzione le indicazioni d’uso, sebbene si tratti semplicemente di un deodorante, è sicuramente una buona abitudine per evitare spiacevoli sorprese; allo stesso tempo è una buona idea quella di applicare una piccola quantità di prodotto sulla pelle per verificare eventuali reazioni allergiche prima di procedere con l’applicazione definitiva.

 

Insomma, è davvero evidente come la scelta del deodorante non possa assolutamente essere effettuata “a naso”: i parametri qualitativi sulla base di cui valutare un deodorante sono molteplici, e ogni prodotto presenta delle peculiarità distinte.

 

Allo stesso tempo, inoltre, ogni persona presenta delle necessità differenti, senza dimenticare il fatto che le tipologie di pelle sono molto differenti e un deodorante mal tollerato da un soggetto può rivelarsi, al contrario, perfetto per il pH della pelle di un’altra persona.   





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy