Bambini, più sicuri e intelligenti se la mamma è affettuosa

Uno studio ha dimostrato che l'ippocampo dei piccoli cresce di più se la mamma è particolarmente amorevole

Bambini, più sicuri e intelligenti se la mamma è affettuosa

Quando si parla del modo di essere di una persona ha sicuramente una grandissima influenza il rapporto che ha e che ha avuto con la sua mamma, soprattutto nei suoi anni di vita.

Sicuramente il rapporto con la mamma e più in generale con i genitori ha dei risvolti decisivi nella definizione del carattere e della personalità di una persona: tali aspetti sono senza dubbio correlati ad aspetti innati per alcuni versi, ma è innegabile il fatto che fattori quali l'educazione, la socializzazione e le esperienze vissute nei primi anni di vita siano destinate a rivelarsi determinanti nella crescita personale.

Ovviamente chi si occupa di pedagogia a livello professionale potrebbe scrivere delle intere relazioni su questa tematica così complessa, interessante e variegata, ad ogni modo è fuori da ogni dubbio il fatto che una mamma affettuosa nei confronti del figlio sia fondamentale.

La mamma è un indiscusso punto di riferimento, è la persona che, assieme al papà, deve saper manifestare affetto, amore, comprensione, di conseguenza un atteggiamento di questo tipo non può che avere dei risvolti positivi sulla crescita personale del piccolo.

Non è certamente per caso d'altronde se accade piuttosto frequentemente che persone che, durante l'infanzia, non hanno potuto godere a pieno dell'amore della loro mamma, manifestino dei problemi connessi alla loro personalità.

Da questo punto di vista gli esempi possono essere svariati: può essere che la madre si sia allontanata dalla famiglia, o che magari non abbia svolto a dovere il suo delicato ruolo per via di problemi psichici e comportamentali, allo stesso tempo può accedere che la mamma non abbia dato il giusto amore al suo bambino per via di dipendenze, come può essere quella dall'alcol.

La mamma deve assolutamente donare il giusto affetto al proprio bambino, dunque, e su questo non ci sono davvero dubbi.

Relativamente a tale questione è molto interessante una ricerca che è stata pubblicata recentemente, ovvero nello specifico uno studio condotto dalla Washington University School of Medicine di St. Louis, il quale ha messo in evidenza come sia fondamentale che le mamme siano premurose e affettuose nei confronti dei loro bambini.

Tale ricerca ha infatti dimostrato che i piccoli che hanno avuto mamme di questo tipo possiedono un ippocampo, la regione del cervello che tra le altre è atta a gestire lo stress e l'apprendimento, di dimensioni maggiori rispetto agli altri.

Lo studio in questione, pubblicato sulla rivista specializzata Proceedings of the National Academy of Sciences, ha previsto la partecipazione di un gruppo di bambini fra i 3 e i 6 anni di età e delle loro rispettive mamme.

Ai piccoli è stato fatto vedere un pacchetto dai colori sgargianti che poteva per loro essere particolarmente invitante, ma è stato anche detto loro che non avrebbero potuto toccarlo fino a quando le loro mamme non avrebbero finito di compilare un questionario.

A quel punto i ricercatori hanno studiato attentamente il comportamento dei bambini e la reazione delle rispettive mamme, è hanno riscontrato che coloro che avevano frenato la curiosità e l’impulsività dei loro figli con fermezza, ma anche dolcezza, erano le stesse mamme dei bambini che in periodi di tempo successivi avevano sviluppato un ippocampo del 10% superiore rispetto ai piccoli che nello stesso erano stati trattati più duramente.

Ovviamente un esperimento di questo tipo non può essere considerato inequivocabile nei suoi risultati, tuttavia il risultato emerso non può, anzi non deve, essere trascurato in nessun modo.

D'altronde non c'è bisogno di chi sa quali conferme per realizzare il fatto che una madre affettuosa è destinata a rivelarsi preziosissima per il corretto sviluppo personale del figlio: se un bambino nasce in un clima familiare sano e piacevole vi sono ottime possibilità che cresca sicuro, forte e determinato.

Può accadere che la madre commetta degli eccessi in senso opposto, ovvero che il suo giusto e indiscusso amore nei confronti del bambino si riveli eccessivo dal punto di vista concreto.

In taluni casi infatti le mamme si dimostrano eccessivamente protettive nei confronti dei loro bambini, fino a sviluppare delle vere e proprie forme d'ansia o semplicemente degli episodi di autentica possessività.

Casi di questo tipo possono sicuramente comportare degli risvolti negativi nei confronti del bambino: in simili circostanze infatti il piccolo può crescere insicuro, può sentirsi inadeguato, e soprattutto può trovare smodate difficoltà nel fronteggiare i piccoli problemi che possono verificarsi nella quotidianità.

Da questo punto di vista dunque è importante che la mamma raggiunga il giusto compromesso: affetto, amore ed attenzioni sono e saranno sempre fondamentali, tuttavia quando il bambino inizia a crescere deve imparare gradualmente a vivere con la giusta forza e consapevolezza le varie situazioni che possono venire a verificarsi lontano dalla propria mamma.

In tal senso ovviamente non esiste una "ricetta" univoca: avere una buona dose di amore e di buon senso affinché una mamma possa far crescere il proprio figlio con tutto l'amore di cui ha bisogno, lasciandogli gradualmente sempre più autonomia.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy