Agopuntura: come e quando

L'Agopuntura è una delle tecniche preventive e curative della medicina tradizionale cinese più diffuse nel mondo

Agopuntura: come e quando

Praticato fin dall'antichità, oggi, tale metodo terapico viene studiato, analizzato e interpretato non solo in base ai canoni originari, ma anche in relazione con le conoscenze scientifiche della medicina convenzionale. L'Agopuntura opera attraverso l'applicazione di specifici aghi sottili in determinati punti del corpo, in base al disturbo da curare e più complessivamente per ripristinare il normale flusso energetico e le corrette attività funzionali dell'organismo. A differenza di altri paesi, in Italia e all'interno dell'Unione Europea, qesta disclipina può essere praticata esclusivamente da personale medico abilitato. In Cina la stimolazione di punti della superficie corporea, tramite rudimentali strumenti appuntiti a scopo terapeutico, sembra risalire all'epoca preistorica. Successivamente, con la scoperta dei metalli e la capacità di lavorarli, furono realizzati i primi aghi in rame e ferro; la tecnica divenne più raffinata e iniziò a essere sistematizzata e applicata secondo i principi della Medicina Tradizionale Cinese. L'arrivo in Europa dall'estremo Oriente di tali conoscenze e metodi curativi avvenne nel XVII secolo, in funzione dei rapporti commerciali che olandesi e portoghesi intessevano con l'impero della Cina e grazie all'opera missionaria dei gesuiti. Nella prima metà del Novecento, il diplomatico francese Soulier de Moran contribuì a estendere ulteriormente la conoscenza dell'Agopuntura nei paesi europei e oggi milioni di persone in tutto il mondo la scelgono come forma terapica esclusiva o integrativa. Nel 1997 l'Organizzazione mondiale della sanità ne ha riconosciuto l'ampio spettro di trattamento, i buoni risultati curativi su determinate patologie e l'assenza di effetti collaterali.

Come agisce L’Agopuntura tradizionale nasce in Cina, nel contesto di una cultura, ispirata dalla concezione filosofica taoista, in cui domina il principio olistico della realtà: l’essere umano non è la somma di singole componenti, bensì un’unità armonica mente-corpo in sintonia con il resto dell’universo. Da un’alterazione del Chi, il flusso di energia vitale che scorre nell’organismo attraverso 12 canali deputati, può derivare una disfunzione nello stato di salute psicofisica della persona. Il medico agopuntore ha il compito di ristabilire  il corretto fluire fisiologico dell’energia: dopo aver esaminato attentamente il paziente e definita una diagnosi, infigge degli aghi sottilissimi nei cosiddetti “agopuntori” del corpo, i punti sensibili, precisi, collocati sulla cute, in cui affiorano i canali di energia interessati dallo squilibrio. La stimolazione dei punti rispondenti ai canali ne influenza le condizioni, agendo anche sugli organi e sui tessuti correlati. Se pensiamo all’organismo come fosse un impianto elettro-biologico, glia agopuntori sono gli interruttori o convertitori capaci di riattivare, spegnere o influire sulle interferenze della rete energetica dei canali, ripristinando il flusso armonico dell’intero sistema.

Una tecnica indolore L’infissione degli aghi di acciaio, rigorosamente monouso e l’eventuale manipolazione successiva, generalmente non sono dolorose, tavolta producono lievi sensazioni di calore, di formicolio o di scossa elettrica. Il rilassamento e l’azione antidolorifica, di solito, sono percepibili fina da subito. Glie effetti che coinvolgono i sistemi energetici complessi, invece, si manifestano a distanza di tempo. L’agopuntura viene impiegata nella cura delle malattie cardiocircolatorie, ostetrico-ginecologiche e urologiche, gastrointestinali, dermatologiche, delle sintomatologie dolorose quali cefalee, nevralgie, distorsioni, contratture muscolari, oltre a essere particolarmente efficace in relazione alle sindromi ansiose-depressive e al’insonnia. Un ciclo medio di sedute ago terapiche prevede circa 10-12 incontri di 30 minuti ciascuno, per la cura di patologie croniche, ma spesso, nei casi di problematiche acute, si avvertono benefici già dopo la terza o quarta seduta. Questa tecnica, eseguita da un medico specializzato, non ha controindicazioni specifiche e può essere praticata a ogni età: è adatta per i bambini, i quali vengono trattati con aghi più piccolo, per coloro che non sopportano p no n desiderano le cure farmacologiche e per chi no ha ottenuto benefici dalla medicina convenzionale. L’Agopuntura risulta efficace anche nella cura degli animali.

 

Lucia Lamberti.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy