Magnetoterapia

Che cosa è la magnetoterapia? Su cosa si fonda questo approccio terapeutico non convenzionale?

Magnetoterapia

La magnetoterapia è un particolare approccio terapeutico che, pur avendo una storia piuttosto antica, risulta essere ancora piuttosto controverso, collocandosi di fatto tra la scienza medica tradizionale e la medicina non convenzionale.

 

La magnetoterapia si fonda su un determinato concetto di base: esponendo determinate zone del corpo a dei campi magnetici opportunamente ricreati, è possibile contrastare vari tipi di disturbi.

 

La gamma di problematiche che la magnetoterapia si propone di risolvere, grazie alla sua particolare azione, è davvero molto vasta: dolori ossei ed articolari, infiammazioni, dolori mestruali, problemi nevralgici, artrosi cervicali, solo per fare alcuni esempi.

 

Dal punto di vista pratico, questi trattamenti prevedono appunto l'esposizione della zona da trattare a dei campi magnetici riprodotti artificialmente, per mezzo di appositi magnetoterapia apparecchi.

 

Affinchè, ovviamente, queste sedute possano rivelarsi efficaci, è indispensabile rivolgersi a dei professionisti esperti, nonchè in possesso dei migliori macchinari per quanto riguarda l'approccio magnetoterapico.

 

L'apparecchio di magnetoterapia più diffuso per quanto riguarda i centri professionali è sicuramente l'apposito "lettino", una superficie su cui il paziente si può distendere e, grazie alla presenza di appositi dispositivi tecnologici, è possibile ricreare i campi magnetici desiderati.

 

Sulla base di diversi aspetti, quali ad esempio il tipo di disturbo da trattare, il professionistà valuterà tutti i dettagli relativi al singolo trattamento, compresa l'intensità della frequenza con cui saranno ricreati i campi magnetici.

 

E' utile sottolineare che i campi magnetici sono degli spazi ben definiti nell'ambito di cui determinate forze interagiscono tra loro, e queste forze possono essere attivate o attraverso le naturali caratteristiche fisiche di un magnete, oppure per mezzo di appositi dispositivi tecnologici alimentati tramite corrente elettrica. Questa seconda soluzione, non ci sono dubbi, è quella più diffusa per quanto riguarda le sedute di magntoterapia realizzate a livello professionale.

 

Come detto, circa la reale efficacia di questi trattamenti le opinioni sono tutt'oggi contrastanti, sebbene non si stia parlando di un approccio terapeutico particolarmente giovane.

 

Alcuni medici sostengono che non vi sia alcun fondamento nel credere che l'esposizione a dei campi magnetici possa attenuare la percezione del dolore o risolvere altri problemi che affliggono il fisico, altri invece considerano potenzialmente utili i campi magnetici, magari non come unico trattamento da seguire, ma come trattamento complementare per accellerare gli effetti benefici delle terapie tradizionali.

 

Un punto di forza di questo approccio terapeutico, ad ogni modo, è certamente rappresentato dal fatto che non comporta controindicazioni di rilievo.

 

La magnetoterapia è sconsigliata a chi utilizza dei pacemaker o dei dispositivi analoghi, o comunque in presenza di determinati tipi di patologie, ad ogni modo prima di dedicarsi a questo tipo di sedute è sicuramente necessario richiedere un parere ad un medico per garantirsi la massima sicurezza.

 

L'approccio su cui si fonda la magnetoterapia è, di fatto, unico nel suo genere, e non deve essere confuso con metodologie somiglianti, come ad esempio l'elettrostimolazione e la cosiddetta Stimolazione Elettrica Nervosa Transcutanea.

 

Questi sono, dunque, gli aspetti su cui si fonda la magnetoterapia, una scienza raccoglie diversi pareri e che tuttavia, allo stesso tempo, ha già riscontrato il gradimento di moltissimi pazienti nel mondo.

 

Alla luce delle sue peculiarità e del fatto che può essere eseguita senza particolari rischi, la magnetoterapia può sicuramente essere effettuata come trattamento complementare per contrastare vari tipi di disturbo, ovviamente previo parere medico.

 

Riccardo G.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy