Censis, italiani e procreazione assistita, aborto e co

i risultati dell'indagine del Censis sono chiari si alla procreazione assistita e all'aborto

Censis, italiani e procreazione assistita, aborto e co

Sono stati presentati i risultati di un’indagine del Censis nell'ambito dell'incontro "Umanesimo femminile nell'esperienza professionale di Isabella Coghi".
Dall'indagine del Centro studi investimenti sociali, Censis, emerge che il 69,1% degli italiani è favorevole alla procreazione assistita. Che cos’è la procreazione medicalmente assistita?  Con questo termine ci si riferisce a tutte quelle tecniche ormonali, farmacologiche e chirurgiche che vengono utilizzate nei casi di problemi di fertilità o sterilità.

I contrari rappresentano il 17,2% mentre il 13,7% non ha un'opinione in proposito.
l’esercito dei favorevoli è limitato alla fecondazione assistita con l’uso di farmaci e tecniche chirurgiche, ma non per quello che riguarda la fecondazione artificiale, che unisce i gameti di donatori esterni.

I favorevoli all’uso di questa tecnica sono del 50,5% e il 30,2% è contrario alla fecondazione artificiale.  Sulla diagnosi pre-impianto dell'embrione è d'accordo il 52,3%, mentre il 26,5% non è favorevole.

Il risultato sulle nascite è comunque significativo è triplicato il numero di bambini nati è del 17,4%.

Il 78,2% degli italiani è favorevole  all'utilizzo delle cellule staminali embrionali per fini terapeutici e solo l'8,1% ritiene che questa tecnica debba essere vietata, il 13,7% non ha un'opinione in merito.

Per l'aborto o attraverso il ricorso alla pillola abortiva (la Ru486), il 60% (54% per la pillola abortiva) degli italiani è favorevole e il 26% (29% per la Ru486) contrario.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy